Miskovic, Kostic e Draskovic intenti a comprare alcune delle aziende di Agrokor?

Miroslav Miskovic, Miodrag Kostic e Rodoljub Draskovic sono i candidati per l’acquisto di alcune società della composizione di Agrokor, specula il giornale sloveno Delo.

Il giornale dice che ad una riunione della leadership di Mercator-S con i fornitori serbi, alla quale hanno partecipato anche due ministri del Governo della Serbia, si è discusso dello scenario ideale in base al quale un consorzio di aziende regionali comprerebbe l’intero Agrokor o una parte, perché essi conoscono meglio il mercato locale rispetto ai fondi di investimento internazionali.

Alla riunione ha partecipato anche la vicepresidente della Delta, Maria Desivojevic, e le sue parole secondo cui “potremmo riunirci di nuovo qui, a lavorare insieme a Mercator”, sonno state interpretate da molti come un segno del ritorno di Delta nel settore della vendita al dettaglio.

Si prevede che i rappresentanti dei creditori, guidati dalla russa Sberbank, proveranno a vendere le loro quote ad Agrokor o in singole società all’interno di Agrokor, dopo diversi anni di riabilitazione.

In Serbia, Mercator-S e le aziende alimentari Dijamant, Frikom, Mivela e Kikindski Mlin, potrebbero essere nella lista delle società da vendere.

I media serbi hanno ipotizzato da qualche tempo che il Delta di Miskovic potrebbe assumere il ruolo di leader nella riabilitazione delle società di Agrokor in Serbia per conto di Sberbank e VTB Bank, a cui Agrokor deve un totale di 1 miliardo di euro.

Miodrag Kostic è spesso menzionato come uno dei potenziali acquirenti di società serbe.

“È certo che Agrokor non rimarrà nella forma di un’unica società. Stiamo controllando l’insediamento e la vendita sarà sicuramente realizzata. Nel settore della lavorazione e dell’agricoltura, saremo un grande investitore”, ha dichiarato recentemente il gruppo MK di Kostic.

Rodoljub Draskovic, proprietario dell’azienda Swisslion Takovo, è menzionato come una scelta logica per l’acquisto di una delle aziende alimentari, Dijamant o Frikom.

Ljajic: Nessuno ha detto che avrebbero comprato parti di Agrokor

Il vice primo ministro serbo e ministro del Commercio, del Turismo e delle Telecomunicazioni, Rasim Ljajic ha detto oggi che, al recente incontro di gestione di Mercator S con i fornitori serbi a Belgrado, a cui era presente anche lui, non è stato detto che una società serba avrebbe acquistato alcune aziende di Agrokor.

Alla domanda circa le speculazioni che arrivano dal Delo di Lubiana, secondo cui Miroslav Miskovic, Miodrag Kostic e Rodoljub Draskovic sono i candidati per l’acquisto di alcune società di Agrokor, Ljajic ha dichiarato per Tanjug che queste affermazioni non sono affatto vere.

“Queste sono solo speculazioni. L’incontro era pubblico, i giornalisti erano presenti e nessuno ha detto che avrebbero acquistato alcune azieende di Agrokor”, ha commentato Ljajic.

Il ministro ha detto che lo scenario più probabile sarebbe che tutte queste società continuassero ad operare e che, se possibile, le nostre aziende e gli imprenditori si unissero in un consorzio regionale, che eventualmente si formerebbe e che forse acquisterebbe Agrokor nel suo insieme, o alcune delle sue parti.

L’incontro dei rappresentanti di Mercator S con i fornitori, organizzato dalla Camera di Commercio di Serbia, si è svolto il 14 febbraio e ha visto la partecipazione del ministro dell’Agricoltura, Branislav Nedimovic e del presidente della Camera di Commercio della Serbia, Marko Cadez.

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Agrokor, Branislav Nedimovic, Camera di commercio di Serbia, Marko Cadez, Miodrag Kostić, Miroslav Miskovic, Rasim Ljajic
Rifiutate le richieste serbe per l’esenzione da dazi delle esportazioni di sigarette, vinjak e zucchero

La Turchia ha ratificato l’Accordo di libero scambio con la Serbia

Chiudi