Miletic: “E’ bene che i cittadini votino sì al referendum”

L’analista politico Dejan Miletic ha invitato i cittadini a partecipare al referendum di domenica 16 gennaio, sottolineando che è “bene che i cittadini votino ‘sì’”, cioè sostengano le modifiche alla Costituzione in merito all’elezione dei giudici.

“I cambiamenti suonano pomposi, ma non sono rivoluzionari e non dovrebbero creare un’ondata di insoddisfazione tra i cittadini”, ha spiegato Miletic, aggiungendo che non vi è alcun motivo per una resistenza contro il referendum.

“L’unica obiezione è che il referendum si terrà prima delle elezioni. Ho pensato che non ci dovrebbero essere sovrapposizioni, perché la società si sta polarizzando. Entrambi sono importanti. Temo che ci sarà di mezzo la politica, che le persone misureranno la propria forza con la coalizione di governo”, ha detto, aggiungendo che la situazione è “pulita” e che il governo guarda agli interessi dello Stato, non del partito.

Ha spiegato che è positivo che degli avvocati rispettabili eleggano i giudici, e non il parlamento, e ha affermato che “pensa che sia positivo per la Serbia rimanere sulla strada europea”.

I cittadini della Serbia voteranno il 16 gennaio in un referendum sulla legge che modifica la Costituzione della Repubblica di Serbia. La Commissione parlamentare per le questioni costituzionali e la legislazione ha deciso che la domanda al referendum sarà: “Sei favorevole alla conferma dell’atto di modifica della costituzione della Repubblica di Serbia?” Le risposte offerte saranno “Sì” e “No”.

Il referendum sarà organizzato secondo la nuova legge sul referendum e l’iniziativa popolare, quindi per la validità non sarà necessario che il 50% degli elettori registrati si presenti.

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2022&mm=01&dd=12&nav_category=11&nav_id=2086686

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top