Mihajlovic scommette sulla Serbia nella Doing Business del 2018

La Ministra per l’Edilizia, Trasporti e Infrastrutture, Zorana Mihajlovic, ha affermato di prevedere che nel 2018 la Serbia guadagnerà posizioni nella classifica Doing Business stilata annualmente dalla Banca Mondiale, che si tradurrà in migliori condizioni per fare affari e nuovi investimenti.

“Abbiamo compiuto molti progressi finora con l’abolizione dell’uso dei francobolli aziendali e l’accelerazione delle procedure relative all’apertura di conti bancari per le nuove imprese. Stiamo anche proseguendo con la riforma del registro fondiario e aumentando l’efficienza delle procedure di connessione alla rete elettrica”, ha puntualizzato Mihajlovic.
La Ministra ha aggiunto che i piani del governo per il 2018 includono anche l’accelerazione della dichiarazione IVA, l’introduzione di un sistema elettronico per la presentazione di documenti sulle tasse di proprietà, prestiti più accessibili e una migliore applicazione dei contratti, il tutto con l’intento di migliorare il posizionamento del paese nella lista Doing Business.
Mihajlovic ha ricordato che la Serbia ha ottenuto un grande successo in termini di rilascio dei permessi di costruzione e che, in soli tre anni, è passata dal 186° posto della lista al decimo in questo segmento.
“Un’altra priorità per il prossimo anno è la modernizzazione delle nostre ferrovie, in particolare dei due importanti percorsi ferroviari – il tratto ferroviario del Corridoio 10 e la ferrovia Belgrado-Bar”, ha aggiunto.
(N1, 27.12.2017)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Banca Mondiale, Doing Business
Banca Mondiale
Commercio e trasporti nei Balcani occidentali: 150 mln dalla Banca Mondiale

crescita
Crescita economica: 50 anni per raggiungere l’UE

Close