Mezzo milione di persone in Serbia sotto la soglia di povertà

Secondo i dati del 2019, il tasso di rischio di povertà in Serbia è del 23,2% e il sud del Paese, i dintorni di Kursumlija, Vranje e le aree rurali sono particolarmente a rischio, ha affermato Ana Kosel, direttrice della Fondazione “Ana i Vlade Divac” durante una discussione online sul rischio carestia in Serbia.

La stessa ha affermato che il 7,3% della popolazione in Serbia vive al di sotto della soglia della povertà assoluta, ovvero circa mezzo milione di persone, tra cui 100.000 bambini.

Particolarmente a rischio sono le famiglie numerose, quelle dei comuni rurali, le famiglie monoparentali, le famiglie con un componente portatore di handicap, le vittime di violenza domestica e le persone senza fissa dimora.

La Kosel ha dichiarato che la Fondazione “Ana i Vlade Divac”, al fine di prevenire la povertà, ha sostenuto 66 piccole imprese e durante lo stato di emergenza a causa della pandemia, ha distribuito 10.700 pacchetti con generi alimentari di base alle famiglie e 26.000 pasti alle cucine sociali.

Il segretario provinciale all’economia Nenad Ivanišević ha affermato che finalmente la legge sulle tessere sociali è entrata in procedura. Secondo le statistiche il turismo è “in terribile difficoltà”, soprattutto nelle grandi città, “perché non ci sono eventi, quindi non c’è profitto”.

Lo stesso ha affermato che ci sono circa 180.000 persone normodotate senza lavoro in Serbia che hanno bisogno di essere istruite per essere adeguatamente pronte al mercato del lavoro.

Parlando dei rom, in quanto gruppo particolarmente vulnerabile, Ivanisevic ha sottolineato che è necessario reagire in modo diverso quando un bambino rom non va a scuola rispetto a quando si tratta di altri bambini.

L’assenza di bambini rom dalle scuole, così come i matrimoni tra minorenni, è spesso definita “parte della tradizione”, anche se la cosa non è vera.

Secondo l’esperto almeno il completamento dell’istruzione superiore “dovrebbe essere considerato obbligatorio” nel XXI secolo.

„Da li se u Srbiji gladuje“: 500.000 ljudi ispod linije apsolutnog siromaštva

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top