Mercato immobiliare ottimista

Nel primo trimestre del 2024 la domanda di prestiti ai privati, compresi quelli per l’acquisto di abitazioni, ha registrato un nuovo aumento, mentre i dati raccolti dalla Banca Nazionale di Serbia dicono che dall’inizio dell’anno il valore dei prestiti approvati per l’acquisto di abitazioni è aumentato di quattro miliardi di dinari.

Anche se si tratta di un aumento simbolico, la tendenza alla stagnazione che durava da tempo è stata invertita in termini di disponibilità dei privati a contrarre prestiti per l’acquisto di immobili, afferma il perito immobiliare Milić Đoković, aggiungendo che il rinnovato interesse per i prestiti immobiliari è una buona notizia per il mercato immobiliare nazionale. “Credo che un certo numero di acquirenti si sia finalmente reso conto di ciò che abbiamo costantemente sottolineato, ovvero che i prezzi degli immobili continuano a salire e che per i soldi che oggi possono comprare un appartamento di 60 metri quadrati, l’anno prossimo potranno comprarne solo uno di 50”, aggiunge Đoković.

Il presidente prosegue affermando che il numero di nuovi mutui approvati non è ancora “significativo”, ma che la loro presenza sul mercato è evidente, soprattutto perché marzo e aprile sono i mesi in cui gli acquisti immobiliari aumentano, dopo la pausa invernale.

Per quanto riguarda i tassi di interesse sui nuovi mutui approvati, la banca centrale afferma che il tasso di interesse medio annuo a marzo è stato del 5,1%, mentre il tasso più alto del 6,73% è stato registrato nell’agosto dello scorso anno. A marzo, il tasso di interesse per i prestiti immobiliari concessi in dinari è stato del 16,58%.

La misura della banca centrale sul tetto massimo dei tassi di interesse sui prestiti per l’edilizia abitativa è in vigore fino alla fine del 2024 e implica che il tasso di interesse nominale su un prestito per l’edilizia abitativa non può superare il 4,08% annuo.

(Biznis.rs, 15.05.2024)

https://biznis.rs/vesti/srbija/optimizam-na-trzistu-nekretnina-raste-traznja-za-stambenim-kreditima/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top