Meno tasse per tutti coloro che assumono rimpatriati della diaspora

Al fine di incoraggiare il ritorno dei giovani dall’estero, nonché per consentire alla diaspora di tornare a casa e lavorare e guadagnare denaro in Serbia, la scorsa settimana il governo ha adottato misure per lo sviluppo di un’economia innovativa, disposizioni che gli imprenditori locali possono già utilizzare.

Il significato del documento si riflette nelle imposte più basse, fino al 70%, sui salari nell’arco di cinque anni se gli imprenditori nel libro paga dei dipendenti hanno anche rimpatriati dall’estero e stranieri.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Un imprenditore avrà dei benefici da questo se impiega qualcuno della diaspora, all’estero per almeno due anni, e se l’imprenditore gli dà tre volte lo stipendio medio in Serbia, o se il suo stipendio è di 217.656 dinari.

Inoltre, il datore di lavoro pagherà tasse e contributi più bassi sui salari, pari al 70%, se impiega giovani di meno di 40 anni che hanno studiato all’estero e vi hanno trascorso almeno un anno e in Serbia hanno un reddito personale di 145.104 dinari.

Nel caso dell’assunzione di stranieri, anche i loro guadagni dovranno essere superiori a 217.656 dinari affinché l’imprenditore possa usufruire di agevolazioni fiscali.

Per sostenere ulteriormente questa misura, è stata istituita l’organizzazione “Tačka povratka” dalle associazioni dei cittadini serbi di Londra e San Francisco, che si occuperà di contattare i giovani della Serbia che si trovano all’estero.

L’idea del Ministero dell’Economia è quella di pubblicizzare attraverso il sito web di “Infostud” le opportunità di lavoro per i serbi che si trovano all’estero al fine di attirare personale altamente qualificato o quello più necessario nelle aree in cui il Paese ha una carenza di manodopera.

Il Ministero dell’Economia ha lavorato su questo negli ultimi tre anni, tenendo conto delle opinioni e dei suggerimenti di esperti di diversi settori e professionisti per determinare quali ulteriori misure possano essere adottate per consentire agli uomini d’affari di far crescere la propria attività più rapidamente, impiegare più persone, consentire il ritorno della nostra gente dall’estero, aumentare la competitività dell’economia nonché collegare l’economia e le università.

https://kamatica.com/vest/manji-porez-za-sve-koji-zaposle-povratnike-iz-inostranstva/61077

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in diaspora, Infostud, Tacka povratka
In formazione un database delle rimesse di denaro per la diaspora

lavoro
Le professioni più ricercate in Serbia secondo “Infostud”

Close