Meno studenti nelle università statali e crescente popolarità delle facoltà private

L’anno scorso, solo quattro facoltà statali che operano all’interno dell’Università di Belgrado sono riuscite a riempire tutti i posti vacanti per gli studenti nel primo turno di iscrizioni: la Facoltà di Scienze organizzative, la Facoltà di Ingegneria elettrica, la Facoltà di Architettura e la Facoltà di Studi sulla sicurezza si sono rivelate le più interessanti per le matricole in Serbia.

Le statistiche ufficiali mostrano che il numero di matricole sta diminuendo di anno in anno. Tuttavia, le statistiche indicano un altro fatto: le università private stanno diventando sempre più popolari.

Negli ultimi otto anni, infatti, il numero di studenti nelle facoltà statali è diminuito di circa 5.000 unità, mentre in quelle private è aumentato di oltre 3.000, secondo i dati raccolti dall’Ufficio Statale di Statistica.

Gli studenti che decidono di frequentare un’università statale scelgono tradizionalmente quelle che permettono di ottenere un lavoro più rapidamente dopo la laurea, come la Facoltà di Studi sulla Sicurezza. Il preside di questa facoltà, Vladimir Cvetković, afferma di non essere sorpreso che la richiesta di questa facoltà sia elevata: “La parola più usata nel XXI secolo è sicurezza, in tutte le lingue. Non c’è bisogno di spiegare molto perché è così. Il fenomeno della sicurezza ha segnato le nostre vite in molti modi diversi e segnerà le generazioni che verranno dopo di noi in questo secolo, e questo è il motivo per cui c’è così tanto interesse nei nostri studi”, ha detto. Come ha aggiunto, “l’interesse è tale che circa 800 diplomati si candidano per 400 posti”.

Oltre alla Facoltà di Studi sulla Sicurezza, gli altri istituti di istruzione superiore più popolari includono la Facoltà di Economia, Giurisprudenza, Facoltà di Educazione fisica e sportiva, Facoltà di Farmacia, Facoltà di Odontoiatria e Facoltà di Medicina veterinaria. Le altre facoltà della più antica università della Serbia non si avvicinano nemmeno in termini di interesse.

Il preside della Facoltà di Medicina, Lazar Davidović, afferma che nel 2023 non tutti i posti della Facoltà sono stati occupati, cioè la quota di studenti non è stata raggiunta, ma che c’è ancora un forte interesse tra i diplomati a studiare medicina.

Tuttavia, quando si tratta di facoltà di scienze naturali, l’interesse è molto debole.

Per quanto riguarda le facoltà private, la preside dell’Università privata Singidunum, Gordana Knežević, afferma che il numero di studenti iscritti alla loro università è cresciuto ogni anno. Per quanto riguarda il calo complessivo del numero di matricole, Knežević ritiene che le ragioni siano principalmente di natura demografica, il fatto che un numero significativo di studenti delle scuole superiori voglia trovare un lavoro subito dopo il diploma e che alcuni vadano a studiare all’estero, principalmente nei Paesi dell’UE.

(Euronews, 08.01.2024)

https://www.euronews.rs/srbija/drustvo/110574/broj-brucosa-se-smanjuje-iz-godine-u-godinu-a-raste-popularnost-privatnih-fakulteta-zbog-cega-je-to-tako/vest

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!