Medvedev annuncia la cooperazione Russia-Serbia nel settore agricolo, ferroviario ed energetico

Il Primo Ministro russo Dmitry Medvedev è stato ieri in Serbia. Nel suo discorso ai membri del parlamento ha fatto riferimento alla cooperazione economica tra i due Paesi nei settori dell’agricoltura, delle ferrovie e dell’energia con la costruzione dell’oleodotto.

“I nostri popoli vogliono stare in contatto, circa 70.000 turisti russi vengono in Serbia, circa 60.000 serbi vengono da noi. Oggi porteremo la pagina del Vangelo di Miroslav in Serbia e restituiremo i dipinti dell’artista russo”, ha affermato Medvedev.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Medvedev ha anche ringraziato la Serbia per la sua posizione di principio di non adesione alle sanzioni contro la Russia, che il Paese apprezzerà e ricorderà, ha riferito B92.

“Quando siamo entrati in conflitto con l’UE, avevamo uno scambio di oltre 407 miliardi di euro, mentre ora è diminuito due volte. Il Presidente russo Putin ha lanciato un’iniziativa per entrare in contatto con altri Paesi e non vedo alcun motivo per cui l’UE non sarebbe in grado di avvicinarsi a tale progetto”, ha affermato Medvedev.

Lo stesso ha anche menzionato il lavoro dell’industria petrolifera serba (NIS) e l’influenza di questa società sull’economia del Paese: “La Serbia è un nostro partner stabile per quanto riguarda l’energia”. Medvedev ha rivelato di aver parlato con la Premier Ana Brnabic dell’implementazione del progetto “Turkish Stream”.

Il Primo Ministro ha poi osservato che la Russia parteciperà alla modernizzazione della ferrovia serba, partecipando attivamente alla ricostruzione della tratta Belgrado-Bar.

Ha anche annunciato che il 25 ottobre la Premier Ana Brnabic visiterà Mosca per firmare un accordo di libero scambio con l’Unione Eurasiatica, che opera su un piano di parità perseguendo gli interessi pragmatici dei suoi membri.

Parlando dell’Unione Europea, il Primo Ministro russo ha affermato che i Paesi non dovrebbero essere costretti a scegliere tra Oriente e Occidente, ma essere liberi di agire secondo i propri interessi.

Alla fine della visita di Medvedev in Serbia, i governi di Serbia e Russia hanno scambiato una serie di accordi, incluso uno sul ritorno dell’elenco dell’evangelista Miroslav, che appartiene alla Russia, in Serbia.

Ministri e rappresentanti dei due governi hanno anche trovato un accordo sulla creazione di centri di informazione culturale, sulla modernizzazione della linea ferroviaria per il Montenegro, nonché un accordo sull’approvazione di un credito all’esportazione statale in Serbia, secondo quanto riferito da RTS.

Sono stati inoltre scambiati accordi nel campo dell’istruzione, della protezione delle piante, dell’economia e dell’innovazione, compreso un accordo sulla costruzione di un centro per le scienze nucleari, la tecnologia e l’innovazione.

È stato inoltre scambiato un accordo di cooperazione doganale tra i due Paesi.

https://www.ekapija.com/news/2664586/medvedev-u-srbiji-rusija-ce-aktivno-ucestvovati-u-obnovi-pruge-beograd-bar

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in accordi commerciali, Aleksandar Vucic, Belgrado-Bar, cooperazione, Medvedev
Lo Stato detta le condizioni per ottenere le sovvenzioni all’acquisto di nuovi taxi

Medvedev dopodomani a Belgrado per commemorare la liberazione della città dal nazifascismo

Close