Medicina: le novità in Serbia nel 2017

Medicina: i più rinomati medici serbi illustrano quelli che saranno gli sviluppi nel 2017 nei loro rispettivi campi. Quest’anno molti pazienti in Serbia avranno accesso più rapidamente alle terapie necessarie e, in molti casi, saranno abbreviate le liste di attesa.

Mima Fazlagic, ginecologo
Diagnostica del DNA

Secondo il dottor Mima Fazlagic, ginecologo presso l’Ospedale Nazionale di Maternità, il progresso della medicina è strettamente legato al progresso tecnologico, e una delle novità nel suo campo medico è rappresentata dall’analisi del DNA.

“Quest’anno abbiamo intenzione di migliorare ulteriormente questo metodo diagnostico che viene utilizzato per rilevare diverse anomalie genetiche e sindromi, e credo che saremo in grado di leggere l’intero genoma del bambino dal sangue della madre. Un altro sviluppo sarà il miglioramento della fecondazione in vitro e la diagnosi pre-impianto. Tuttavia, la prevenzione dell’aborto spontaneo e delle nascite premature, purtroppo, rimangono questioni irrisolta che continueranno ad assillare i ginecologi”.

Radan Džodić, Direttore dell’Istituto di Oncologia
Nuovo farmaco antitumorale

Il Direttore dell’Istituto di Radiologia e Oncologia, professor Dr. Radan Džodić, sostiene che molte sono le novità che verranno rivelate nel campo della medicina nel 2017. “Le più moderne attrezzature di terapia radio consentiranno di avere liste di attesa più brevi, e saremo dotati di un innovativo farmaco antitumorale. Spero che, nel 2017, otterremo quattro nuovi acceleratori che diventeranno operativi nel mese di gennaio. Per quanto riguarda la chirurgia, stiamo seguendo da vicino le più recenti tecniche chirurgiche e cercando di tenere il passo con il resto del mondo. Inoltre, abbiamo intenzione di proseguire la ricerca genetica”.

Dragan Savić, neurochirurgo
Paziente come assistente

Secondo quanto riferisce il Dott. Dragan Savić, è stato possibile effettuare quest’anno operazioni di tumore al cervello su pazienti non sedati. “Questo significa che i pazienti saranno svegli mentre l’operazione è in corso. Mentre operiamo, possono parlare con noi per farci sapere come si sentono. Se la loro voce risuona impastata, vuol dire che siamo vicini a danneggiare la parte del cervello responsabile del linguaggio e questo è il segnale che dovremmo smettere. Inoltre, i pazienti sono incaricati di alzare la mano o una gamba, se possono. Se non riescono a farlo, ancora una volta questo è il segnale che dovremmo interrompere quanto stiamo facendo”.

Zoran Radojičić, Direttore dell’Ospedale pediatrico in via Tiršova
Trapianto d’organo

Nel 2017, in collaborazione con i colleghi di Francia, l’Ospedale Universitario psichiatrico eseguirà il primo trapianto di fegato su bambini, come spiega il dottor Zoran Radojcic, chirurgo pediatrico e direttore della struttura. “Abbiamo sviluppato il programma di trapianto di fegato nei bambini da donatori viventi ormai da anni e ci aspettiamo di realizzare i primi risultati tangibili nel 2017, grazie al grande sforzo investito dal team di trapianto del nostro ospedale”.

(eKapija, 08.01.2017)

http://www.ekapija.com/website/sr/page/1639885/Hirurg-%C4%87e-pri%C4%8Dati-sa-pacijentom-tokom-operacije-%C5%A0ta-%C4%87e-sve -Novo-u-srpskoj-medicini-doneti-2017-Godina

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Leggi articolo precedente:
Relazione McAllister: numerosi progressi, ma permangono zone d’ombra

La rumena Teraplast aprirà società in Serbia

Chiudi