Mattarella incontra Nikolic e Vucic: “Aprire quanto prima i negoziati tra Serbia e Ue”

“Sosteniamo l’apertura dei capitoli negoziali per l’adesione della Serbia all’Unione europea quanto prima”, ha comunicato il presidente italiano, Sergio Mattarella dopo il colloquio con il suo collega serbo, Tomislav Nikolic. La Serbia e l’Italia sono legate da un una tradizione di amicizia, collaborazione e comprensione, ha comunicato il presidente Nikolic.

Il presidente italiano, Sergio Mattarella è in visita di Belgrado. E’ stato atteso di fronte al palazzo “Serbia” dal presidente serbo, Tomislav Nikolic alla presenza della guardia d’onore e con l’accompagnamento degli inni nazionali.

Nikolic e Mattarella sono stati concordi nel rilevare che i rapporti tra i due paesi sono segnati dalla fiducia e dall’amicizia reciproca, mentre Mattarella ha comunicato che l’Italia dà il suo supporto all’apertura veloce dei capitoli negoziali.

“La Serbia e l’Italia sono legate da una tradizionale amicizia, collaborazione e comprensione reciproca. La prova di tutto ciò è il fatto che l’Italia è uno dei primi tre investitori nell’economia serba”, ha detto Nikolic alla conferenza stampa tenuta dopo il colloquio con Mattarella.

Nikolic è convinto che le aziende quali “Fiat”, “Benetton” e “Calzedonnia” rappresentano una base ottima per lo sviluppo della collaborazione di due paesi.

Il presidente della Serbia ha detto che i due paesi sono collegati anche per la fiducia reciproca nella quale i due popoli hanno investito molto nel passato. “Se continuassimo a lavorare insieme, potremmo creare uno spazio maggiore per lo sviluppo della nostra collaborazione, per la realizzazione dei progetti comuni e per l’entrata comune nei mercati terzi”, ha comunicato Nikolic aggiungendo che i due paesi sono dedicati a conseguire un presente migliore e un futuro più certo dei loro cittadini.

“Abbiamo una forte e reale visione dello sviluppo e della collaborazione”, ha detto Nikolic, ringraziando l’Italia per il suo supporto dato nel processo dell’integrazione europea della Serbia, nonchè per la partecipazione dei soldati italiani all’intero della forza internazionale KFOR per la protezione dei monumenti serbi in Kosovo. “L’Italia è partner strategico della Serbia e l’amico affidabile con il quale sempre abbiamo potuto parlare francamente”.

Mattarella ha affermato che i due paesi sono collegati da buoni rapporti e collaborazione nei diversi settori, esprimendo la speranza che ques’ultima sarà migliorata ancora di più nel futuro. “L’Italia supporta la posizione secondo la quale quanto prima devono essere aperti i primi capitoli negoziali per l’adesione della Serbia all’Ue”, ha dichiarato Mattarella, aggiungendo che questo va nell’interesse della stabilità dei Balcani occidentali. Sottolineando che i due paesi hanno la stessa posizione in merito alle questioni internazionali, Mattarella ha ancora una volta confermato che l’Italia sosterrà la Serbia nel suo percorso verso l’integrazione europea.

Mattarella ha poi incontrato il primo ministro Vucic e nel corso dell’incontro ha manifestato l’apprezzamento dell’Italia per le riforme implementate dal governo. Vucic ha espresso a Mattarella la sua gratitudine per il sostegno dell’Italia alla Serbia nel suo cammino europeo e ha sottolineato come la Serbia veda nell’Italia un paese molto amico.Il primo ministro serbo ha ricordato che l’interscambio commerciale tra Serbia e Italia e quello più sviluppato e che gli investitori italiani sono tra i più presenti nel paese. Mattarella ha detto che la cooperazione tra i due paesi è già a livelli molto alti, che l’interscambio commerciale è altrettanto buono e che l’Italia continuerà a incoraggiare le sue imprese a investire in Serbia. Il Presidente Mattarella ha sottolineato che la Serbia è il primo paese candidato ad aderire all’Unione europea ad essere visitato da lui nel corso del suo settennato.

Gojkovic-Matarela

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella

nell’incontro con la Presidente del Parlamento della Repubblica di Serbia Maja Gojkovic

Dopo l’incontro ufficiale il primo ministro Vucic ha organizzato un pranzo di lavoro con il Presidente Mattarella e i componenti della delegazione ufficiale. Mattarella ha poi incontrato il Presidente del parlamento della repubblica di Serbia Maja Gojkovic e ha indirizzato un discorso al Parlamento serbo, riunitosi in seduta straordinaria.

Mattarella,  già giudice della Corte Costituzionale, è subentrato nel ruolo a Giorgio Napolitano il 31 gennaio scorso ed è conosciuto per la sua lotta alla mafia ed è apprezzato per la sua integrità. E’ stato varie volte ministro in compagini governative di centro sinistra e dal 2011 è stato eletto giudice della Corte Costituzionale.

Membro del Partito Democratico, è entrato in Parlamento quando sil suo fratello maggiore Piersanti fu assassinato dalla mafia nel 1980.

(RTS, 25.05.2015)

 

 

 

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top