Matijevic e Kostic rinunciano all’acquisizione di PKB

Gli imprenditori serbi Miodrag Kostic, titolare di MK Group, e Petar Matijevic, titolare della società di trasformazione della carne Matijevic, hanno deciso di non presentare un’offerta congiunta per l’acquisizione di PKB.

Matijevic ha comunicato che la decisione è stata presa dopo che i due imprenditori si sono resi conto di non costituire una concorrenza abbastanza forte per le imprese che hanno già espresso interesse per l’acquisizione di PKB, la più grande azienda agricola in Serbia. Matijevic ha specificato che il problema non è costituito dal prezzo al quale sarebbe venduta PKB.

“Non so se aumentaranno il valore della società, ora che è di proprietà dello stato, piuttosto che città di Belgrado. L’offerta verrà lanciata, quindi tutto è da vedere. Indipendentemente dal prezzo, i nostri concorrenti ci supererebbero di certo”, spiega Matijevic.

Secondo lui, PKB è solo una della manciata di aziende serbe che vale la pena acquistare.

Il Ministero dell’Economia ha pubblicato un invito pubblico agli investitori affinché presentino lettere di interesse alla privatizzazione di PKB e delle sue controllate, tra cui l’aviazione agricola, EKO-LAB, PKB Agroekonomik, e una stazione di veterinaria. I potenziali offerenti hanno tempo fino al 17 febbraio per presentare le loro dichiarazioni di interesse all’acquisto PKB.

PKB Corporation possiede 1.400 ettari di terreni edificabili, e 5.200 ettari di terreno coltivabile. PKB e le sue controllate hanno circa 2.000 dipendenti.

Finora, diverse società cinesi e Al Dahra Corporation dagli Emirati Arabi Uniti hanno espresso interesse per l’acquisizione di PKB.

(Blic, 25.01.2017)

http://www.blic.rs/vesti/ekonomija/matijevic-i-kostic-odustali-od-zajednicke-firme-i-kupovine-pkb/r8bcgdr
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top