Maschere anche per i bambini; giovani a rischio come gli anziani

Nelle ultime 24 ore in Serbia sono stati registrati 11 decessi e su 7.955 persone testate, 396 sono risultate positive, ha affermato il segretario provinciale per la salute, Zoran Gojković. Da oggi sarà possibile controllare i risultati del test attraverso un’applicazione. Un membro dello staff di crisi, il dottor Mijomir Pelemis, ha sottolineato che tutti possono essere infettati dal coronavirus e che le maschere devono essere indossate anche dai bambini.

All’inizio della conferenza stampa, il Dr. Mijomir Pelemis ha ringraziato gli operatori sanitari per i loro sforzi sovrumani e ha aggiunto che la percentuale di decessi è passata a un’età più giovane, anche se non si hanno dati precisi.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Lo stesso ha affermato che tutti possono essere infettati dal coronavirus, indipendentemente dall’età e dal fatto che in precedenza abbiano avuto o no una malattia cronica.

“Nessuno è immune e il decorso della malattia è diverso per condizioni ed età”, ha sottolineato il professor Pelemis, ricordando che i decessi riguardano anche persone di 30 anni.

Gojković ha invece dichiarato che da oggi pomeriggio tutti i cittadini che si sono testati, saranno in grado di controllare il risultato del test attraverso un’applicazione.

“Questa è una cosa buona, proprio a causa di tutti i problemi che abbiamo avuto nel periodo precedente”, ha sottolineato Zoran Gojković e ha aggiunto che vengono organizzate conferenze stampa giornaliere per impedire che le informazioni siano manomesse.

“Tutti devono indossare le maschere. Sfortunatamente anche i bambini devono indossarle. Dobbiamo solo trovare maschere appropriate per i bambini perché quelle che abbiamo ora sono poco pratiche e scomode per i bambini”, ha concluso il Dr. Pelemis.

https://www.rts.rs/page/stories/sr/%D0%9A%D0%BE%D1%80%D0%BE%D0%BD%D0%B0%D0%B2%D0%B8%D1%80%D1%83%D1%81/story/3134/koronavirus-u-srbiji/4022729/koronavirus-srbija-zarazeni-kovid-19-konferencija.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top