Macron: “Nessuna possibilità per la Serbia in Ue nel 2025”

Dopo il colloquio con il presidente serbo Aleksandar Vucic a Parigi, il presidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron ha detto che non vi sono possibilità che la Serbia entri a far parte dell’Unione europea nel 2015 se per tale data la stessa Unione non verrà riformata.

Macron ha detto che la Serbia non dovrebbe considerare la data del 2025 come automatica per l’adesione. “Ho già detto precedentemente, e anche altri, che bisonga prima affrontare questioni basilari come le riforme. Se essi faranno rapidi progressi in queste riforme, i negoziati di accesso potranno essere conclusi”, ha specificato Macron, sottolinenado che il progetto europeo implica la stabilità dei Balcani e che bisogna perseguire una comune sicurezza. Macron ha aggiunto che la Francia rispetta la sovranità di ogni paese della regione.

Vucic ha concordato che la Serbia non potrà aderire all’Ue finquando non avrà risolto la questione del Kosovo, affrntando la riforma del suo sistema legislativo e dello stato di diritto. “Anche se Macron affermasse che la Serbia entrerà all’Ue immediatamente, non potrebbe essere così, perché bisogna prima risolvere i nostri problemi. Sapete che non sono un ottimista, ma farò del mio meglio affinché questo accada”, ha detto Vucic.

Macron ha detto che “la riforma dell’Unione potrebbe essere completata entro il 2025, aggiungendo che la “Francia ha avanzato proposte di riforma nei campi del bilancio dell’Unione, della difesa e delle questioni strategiche”, aggiungendo che l’Unione europea non sta funzionando bene perché vi sono troppe differenze tra i 28 Stati e le posizioni si sono divaricate nel frattempo.

“Serbia ha ottenuto il sostegno della Francia per raggiunger eun compromesso con gli albanesi del Kosovo, rendendo la pace possibile nella regione”, ha detto Vucic, che ha specificato che con Macron ha discusso del futuro del suo paese e della regione, come anche del dialogo con Prstina.

Macron ha aggiunto che il suo paese si augura di sostenere la Serbia nel suo cammino verso la Ue, ringraziando Belgrado per il suo aiuto “nel campo della sicurezza e nella lotta al crimine organizzato e all’immigrazione illegale”, definendo la Serbia “un partner vitale in quell’area”.

“La Serbia ha giocato un ruolo attivo nei negoziati di accesso e vogliamo aiutarla a risolvere le questioni più sensibili lungo questo percorso”, ha aggiunto Macron, che ha anche sottolienato che egli sostiene la stabilità dell’intera regione e dei singoli Stati, appellandosi affinché non si facciano coinvolgere in minacce esterne. “La Francia e la Serbia condividono la stessa volontà di garantire la stabilità regionale, la sovranità individuale e la capacità di ogni Stato di far fronte all’influenza e ai condizionamenti esterni”.

Vucic ha detto che si è discusso anche della creazione di una zona economica regionale nei Balcani: “Non vogliamo creare una nuova Jugoslavia, ma un singolo mercato comune. E non si tratta di un sostituto dell’Ue”.

Il Presidente serbo ha anche detto che il futuro è stato il tema principale e che la cooperazione bilaterale migliora, in particolare i rapporti economici.

Macron ha ricordato i 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale e che Serbia e Francia hanno combattuto assieme allora e hanno cooperato di recente come forze di pace in Libano e in Mali.

Questo incontro tra i due Presidenti arriva in un momento molto importante, all’inizio di un nuovo round negoziale tra Belgrado e Pristina a Brussels.

Prima della sua partenza per Parigi, Vucic ha detto di aspettarsi molto dall’incontro con Macron: “Credo che questo incontro sia molto importante per la Serbia. In passato non abbiamo avuto molta comunicazione tra le prsidenze di Serbia e Francia.

Vucic ha anche parlato brevemente in francese, complimentandosi per la vittoria della squadra nazionale di calcio ai recenti campionati del Mondo, aggiungendo che anche la Serbia ha vinto lo stesso giorno una sorta di campionati del Mondo di tennis graze al successo di Novak Djokovic a Wimbledon.

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, Emmanuel Macron
Aperto il primo palazzo di Belgrado sull’acqua

Vucic e la Merkel discutono di reti regionali e stabilità

Close