L’Unità di crisi orientata verso una terza dose del vaccino

La premier Ana Brnabić ha annunciato che l’Unità di crisi raccomanderà ai cittadini una terza dose del vaccino contro il coronavirus il 1° agosto.

La Brnabic ha detto che l’organismo nazionale di vaccinazione darà il suo parere sulla terza dose all’Unità di crisi entro il 23 luglio, dopodiché l’organo si rivolgerà a sua volta ai cittadini. Secondo lei, l’ente nazionale per le vaccinazioni sta attualmente conducendo ricerche basate sugli studi dei produttori, sulle esperienze di altri Paesi, ma anche sull’esperienza maturata in Serbia.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, la Premier ha affermato che in questo momento è stato vaccinato il 48,6% dei cittadini adulti e che l’immunizzazione in Serbia va avanti in modo difficile e lentamente.

La Brnabic ha affermato che Loznica e Kraljevo sono arrivate a superare il 50% di vaccinati, nonché che ci sono altre nove amministrazioni locali che stanno per varcare quella soglia.

“Ma abbiamo bisogno di più vaccinati e dobbiamo lavorare di più, principalmente con i giovani”, ha sottolineato, aggiungendo che ieri gli studenti di Sarajevo sono andati in Serbia in modo organizzato per essere vaccinati, mentre gli studenti serbi non sfrutterebbero bene le opportunità.

“Ho paura della prossima ondata”, ha detto la Brnabić e ha sottolineato che dove c’è un numero maggiore di vaccinati, i sistemi sanitari non sono sotto pressione e le persone contagiate non vengono curate negli ospedali.

https://www.ekapija.com/news/3342386/krizni-stab-1-avgusta-daje-preporuku-gradjanima-o-trecoj-dozi-vakcine-protiv

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Ana Brnabic, coronavirus, terza dose, Unità di crisi
exit
Via libera per l’EXIT anche dall’Unità di Crisi

Ružić: “La vaccinazione ha dato dei risultati, il nuovo anno scolastico sarà regolare”

Chiudi