L’UE prepara nuove sanzioni contro la Russia: nel mirino anche aziende serbe

Secondo quanto riportato dal Financial Times, l’Unione Europea intende sanzionare tre aziende cinesi per i loro legami con la Russia.

L’Unione europea sta inoltre valutando un’azienda con sede in India e imprese di Hong Kong, Kazakistan, Serbia, Sri Lanka, Turchia e Tailandia, citando una bozza di proposta che non è ancora stata resa pubblica.

Secondo quanto riferito, l’UE vuole vietare alle aziende di fare affari con le parti elencate, che ritiene possano aiutare il Cremlino nella sua guerra in Ucraina.

La votazione del piano da parte degli Stati membri segnerebbe la prima volta che il blocco commerciale impone restrizioni alle imprese cinesi e indiane da quando la Russia ha invaso i suoi vicini nel febbraio 2022.

All’indomani dell’attacco, l’UE, gli Stati Uniti e altri Paesi occidentali si sono affrettati a sanzionare Mosca, escludendo le banche russe dal sistema di pagamenti SWIFT e fissando un tetto ai prezzi del petrolio. Solo l’UE ha imposto 12 pacchetti di sanzioni negli ultimi due anni.

Nel frattempo, la Cina e l’India non hanno ancora introdotto restrizioni simili e hanno invece aumentato gli acquisti di greggio russo.

Nell’aprile 2023, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen si è recata a Pechino per avvertire il leader cinese Xi Jinping di non sostenere gli sforzi bellici della Russia.

(eKapija, 13.02.2024)

https://www.ekapija.com/news/4572032/eu-priprema-nove-sankcije-rusiji-na-spisku-i-firme-iz-srbije

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top