L’UE aumenta le quote per la Serbia volte all’esportazione di alcuni tipi di acciaio

“Riteniamo che le aziende serbe del settore siderurgico utilizzeranno il regolamento odierno della Commissione europea, che ha ridistribuito le quote per le importazioni di acciaio nell’Unione Europea, che in precedenza erano destinate a Russia e Bielorussia, e ha aumentato le quote per la Serbia per le esportazioni di alcuni tipi di acciaio”, ha affermato il vicedirettore per l’analisi strategica, i servizi e l’internazionalizzazione della Camera di commercio serba (PKS) Bojan Stanić.

Lo stesso ha affermato che la “PKS” ritiene che le aziende serbe, che sono grandi esportatori, trarranno vantaggio da questo cambiamento nelle normative dell’UE. “È necessario ricordare che l’industria siderurgica della Serbia è stata limitata per diversi anni dalle quote dell’UE sulle importazioni di acciaio, anche se esiste un accordo di libero scambio con l’UE”, ha affermato Stanic.

Per quanto riguarda le quote specifiche, per la Serbia è aumentata la quota specifica per la categoria 1, mentre per le categorie 3A, 3B, 7, 12, 13, 16, 19, 21, 24, 25B, 26, 27 e 28 sono aumentate le quote residue che il Paese può utilizzare, e il testo dell’intero decreto è reperibile sul sito della Camera. La Commissione Europea ha approvato questo decreto dopo la decisione di vietare l’importazione di acciaio dalla Russia e dalla Bielorussia nel mercato dell’Unione Europea.

https://www.euronews.rs/biznis/privreda/41154/evropska-komisija-preraspodelila-srbiji-kvote-za-celik-koje-su-ranije-bile-namenjene-rusiji-i-belorusiji/vest

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top