Loncar: “Anche in futuro distanziamento sociale, maschere e guanti saranno fondamentali”

Nella conferenza di ieri, i membri dello staff di crisi sul coronavirus hanno evidenziato che gli ultimi risultati sui contagi sono abbastanza buoni e che le misure e il comportamento dei cittadini stanno dando i risultati sperati. Tuttavia, hanno sottolineato, ciò non significa che il lavoro sia completato, perché in caso di rilassamento l’epidemia potrebbe tornare. Il direttore della Clinica per le malattie infettive, Goran Stevanovic, ha aggiunto che non ci si può aspettare un rilassamento delle misure per almeno altre due settimane, mentre il Ministro Loncar ha dichiarato che qualunque sia il domani, bisognerà imparare a convivere con il virus, mantenere le distanze di sicurezza, lavarsi le mani e indossare guanti e maschere.

In Serbia, 3.281 persone sono state testate dall’ultimo rapporto, 224 delle quali positive. Nelle ultime 24 ore, quattro persone sono morte.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il direttore della Clinica per le malattie infettive, Goran Stevanovic, ha detto che questi risultati sono abbastanza buoni e ha affermato che le misure adottate e gli sforzi di tutta la società hanno prodotto risultati.

“Il numero di positivi sta lentamente ma costantemente diminuendo, ma non si deve pensare che il lavoro sia concluso. Ci vuole molta cura e rispetto per tutte le misure, e la cooperazione di tutti per mantenere questa tendenza. Quando il numero di pazienti sarà veramente piccolo, possiamo dire che abbiamo finito il lavoro. Dobbiamo ancora pensare che l’epidemia possa tornare”, ha avvertito Stevanovic.

La percentuale di nuovi pazienti, ha spiegato, non è l’unico criterio in base al quale vengono prese le decisioni su eventuali nuove misure; devono essere considerati i valori assoluti, la rappresentazione per regione, il numero di pazienti con un grave quadro clinico e quanti di essi richiedono la terapia intensiva o un respiratore.

“Non è solo una la percentuale sufficiente per dire che ci stiamo avvicinando alla fine”, ha affermato Stevanovic, sottolineando che per almeno due settimane non dovrebbero essere previsti importanti cambiamenti sulle misure restrittive.

Anche il Ministro della salute Zlatibor Loncar ha espresso la sua soddisfazione per gli ultimi dati, affermando che dimostrano che le misure introdotte dallo Stato e il comportamento dei cittadini producono dei risultati.

Ha anche affermato che non è stata ancora presa una decisione sul coprifuoco per il prossimo fine settimana e che oggi dovrebbe essere fatta un’analisi e ai cittadini verrà comunicato quali misure saranno adottate sabato e domenica prossimi.

“Chiedo solo comprensione. Ci sono molti fattori da considerare per prendere questa decisione. Dobbiamo aspettare le analisi dei test, per vedere quanti casi gravi abbiamo, quanti sono in terapia intensiva, quanti negli ospedali temporanei, quanti sono andati a casa…Ci sono molti fattori che influenzano tutto ciò. È solo sulla base di queste analisi che vengono prese le decisioni”, ha concluso Loncar.

http://rs.n1info.com/Vesti/a591849/Krizni-stab-Velikog-relaksiranja-mera-nece-biti-sigurno-jos-dve-nedelje.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... coronavirus, distanziamento sociale, Loncar, maschere
Da ieri riaperti i mercati verdi a Belgrado

La Grecia aprirà le proprie frontiere a fine giugno e solo ad alcuni Paesi

Chiudi