Lo stemma del Kosovo nel documento ufficiale coperto con gli adesivi?

La seduta costitutiva dell’assemblea delle quattro municipalità serbe in nord Kosovo si è tenuta ieri sera alla presenza dei rappresentanti dell?unione Europea in Kosovo. Pantic si è dal ruolo di vice direttore dell’ufficio governativo per il Kosovo.

Pochi minuti dopo la mezzanotte è stata comunicata la firma dopo che nel corso dell’intera giornata si erano svolte consultazioni con i rappresentanti dell’Unione Europea in merito all’applicazione degli accordi di Brussels in relazione ai regolamenti delle amministrazioni locali.

I rappresentanti dei serbi in Kosovo alla domanda se i documenti firmati riconoscono lo stato del Kosovo hanno riferito che non c’erano riferimenti chiari ma che la parte superiore del testo era coperta da adesivi ed era impossibile staccarli. “Ho provato a staccarli ma non era possibile farlo senza danneggiare il documento. Credo che ci si riferisca a uno status di neutralità”, ha dichiarato Nebojsa Vlajic, consigliere comunale a Zvecan.

I rappresentanti albanesi di Kosovska Mitrovica nord hanno ricevuto il documento con lo stemma dello stato del Kosovo.

Il sindaco di Kosovska Mitrovica nord Krstimir Pantic si è a lungo consultato con il ministro per il Kosovo Aleksandar Vulin e di seguito si è dimesso dal ruolo di vice direttore dell’ufficio governativo per il Kosovo poiché non accetta di “firmare dichiarazioni e prendere impegni su carta intestata dell’autoproclamato stato del Kosovo”.

Pristina aveva precedentemente fatto sapere che se l’assemblea non si fosse costituita entro l’11 gennaio avrebbe proceduto a indire nuove elezioni.

(Blic, 12.01.2014)

Euleks

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top