Lo Stato chiede garanzie per i ritardi nella costruzione del Corridio 11

Il ministero dell’edilizia, del trasporto e delle infrastrutture ha comunicato che lo Stato è disposto ad accettare la proroga dei termini per la costruzione della sezione del Corriodoio 11, da Ub a Lajkovac, se l’appaltatore offre le garanzie che adempirà gli obblighi previsti dal contratto.

Secondo il comunicato, durante l’incontro tra i rappresentanti del ministero dell’edilizia, del trasporto e dell’infrastruttura con i rappresentanti delle società ’’Koridori Srbije’’ e ’’Putevi Uzice’’, è stato concordato che questa sezione del Corridoio 11 dovrebbe essere finita quanto prima. Il segretario statale del ministero, Dejan Trifunovic, ha dichiarato che lo Stato è disposto ad accettare la proroga delle scadenze alle società ’’Putevi Uzice’’ e ’’Planum’’ per la costruzione della sezione da Ub a Lajkovac, fino al 30 novembre del 2014, senza cambiare le modalità di finanziamento, ma con l’obbligo di pagamenti regolari. Il completamento della costruzione di questa sezione è in ritardo di due anni e mezzo, e durante questo periodo sono stati firmati 12 parti aggiuntive al contratto. Il prezzo della costruzione per chilometro ammonta a quasi sette milioni di euro.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top