Ljajic: “Aumentare gli investimenti scientifici”

rasim ljajicAprendo a Belgrado la 58esima edizione della Fiera della tecnica, il Ministro del Commercio e delle Telecomunicazioni ha dichiarato che lo Stato deve investire di più in scienza e sviluppo, per evitare una nuova “fuga dei cervelli”.

I numeri parlano chiaro: la Serbia investe nel settore lo 0,3% del PIL, mentre la media europea è del 2%; stando ai dati del Forum economico mondiale, il Paese balcanico ì 112esimosu 148 nazioni in relazione al grado di innovazione; per quanto riguarda la cosiddetta “fuga dei cervelli”, il Paese si trova al 141 esimo posto su 144; nel mondo si trovano ben 5.000 laureati e ricercatori serbi.

Secondo Ljajic, un grande problema è dovuto al fatto che il sistema educativo non è correlato alle necessità delle imprese e del mercato del lavoro; inoltre, i legami tra il settore scientifico e quello economico sono deboli. “La Serbia ha un grande potenziale intellettuale e dirigenziale, che però non è adeguatamente sfruttato perché non riconosciuto”. ha dichiarato il Ministro.

Il Governo sta pensando a incentivi fiscali e alla creazione di un fondo d’investimento per aiutare coloro che investono in ricerca e sviluppo.

(RTS, 12.05.2014)

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top