L’italiana Verdi apre una fabbrica di calzature vicino Ub

Il produttore di scarpe italiano Verdi fashion international ha inaugurato ufficialmente il suo stabilimento a Paljuv oggi, del valore di circa 1,5 milioni di euro, nel quale sono attualmente impiegati 70 lavoratori. Secondo i piani aziendali della società, si prevede che entro la fine dell’anno saranno impiegati 200 dipendenti.
La struttura di Paljuvi è il primo investimento nella nuova zona industriale di Stublenica-Ub, dove Verdi ha acquistato 20 ettari di terreno, di cui un ettaro è occupato dalla fabbrica di 2.700 metri quadrati. L’impianto di produzione dispone attualmente di una sala di sartoria e di una e mezza di linee di cucitura, mentre la metà rimanente della seconda linea di cucitura e due linee di assemblaggio verranno messe in funzione quest’autunno.
L’autogoverno locale ha fornito l’infrastruttura per la fabbrica collegandola alla rete idrica della città e fornendo una connessione elettrica.

Vladimir Mijatovic, direttore della fabbrica di Koceljeva Karina Moda, membro dello stesso gruppo di Verdi, ha spiegato che la struttura di Paljuvi produrrebbe esclusivamente calzature da donna in pelle.

“Il progetto è concepito per avere tre linee di cucitura, due linee di assemblaggio e un impianto di sartoria, il che significa che la fabbrica dovrebbe impiegare 200 lavoratori entro la fine dell’anno. Assumeremo gradualmente i dipendenti, partendo da cinque a dieci persone alla settimana, e tutti coloro che vogliono lavorare e che hanno esperienza in questo campo sono più che benvenuti. Le operazioni della fabbrica dipenderanno dal sostegno dell’autonomia locale e della popolazione locale. Siamo attualmente nella stagione di produzione di calzature invernali in pelle, che termina a settembre“, ha detto Mijatovic.

I primi 70 lavoratori sono stati addestrati presso  Karina Moda, e gli operai dello stabilimento di Paljuvi riceveranno uno stipendio di 32.000 dinari.

L’amministratore delegato di Verdi Fashion International, Janusz Wisniewski, ha sottolineato che la società aveva fabbriche di abbigliamento in Italia, in Romania e in Albania, e i modelli di calzature prodotti a Paljuvi sono principalmente destinati a rinomate aziende europee e russe, che sono i loro principali clienti.

Il sindaco della città di Ub, Darko Glisic, che ha visitato la struttura di Paljuvi con gli investitori, ha dichiarato di essere soddisfatto che la fabbrica sia stata costruita e aperta in così breve tempo.

“Questo investimento significa molto per noi e siamo riusciti a fornire l’infrastruttura per la fabbrica nel più breve tempo possibile. Abbiamo anche fornito una sottostazione, che fornisce una quantità sufficiente di energia, e abbiamo una connessione idrica. Stiamo cercando di essere al servizio delle persone che hanno messo da parte una considerevole quantità di denaro e di risolvere tutto ciò che possiamo “, ha affermato Glisic.

La zona industriale di Stublenica-Ub, situata vicino alla futura autostrada Belgrado-Sud Adriatico, ha altri 90 ettari di terreno disponibili e, secondo Glisic, altre aziende sono interessate a costruire le loro strutture qui.

“Quando l’autostrada sarà vicina al completamento, mi aspetto che l’interesse delle società aumenti, quindi stiamo lentamente fornendo infrastrutture ad altri appezzamenti di terreno qui. Ora abbiamo un buon esempio di come tutto dovrebbe essere e di come una collaborazione leale tra l’autogoverno locale e l’investitore ci abbia portato a creare un’altra struttura industriale, con reciproca soddisfazione e beneficio”, ha affermato Glisic aggiungendo che ogni giorno l’autogoverno locale comunica con potenziali investitori.

Fattoria di nocciole presso la fabbrica

Entro la fine dell’anno, verrà stabilita una fattoria di nocciole vicino alla fabbrica di calzature di Paljuvi. Gli italiani pianificano di formare una piantagione su 11 ettari di terreno, mentre i restanti 8 ettari, secondo il proprietario di Verdi, sono destinati alla vendita ai potenziali investitori.

(https://www.kolubarske.rs/sr/vesti/okrug/7613/)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... calzature, investimenti esteri, Italia
La Serbia prima in lista per investimenti esteri

Alla Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Novi Sad partecipano 20 aziende italiane

Chiudi