L’italiana Savio Firmino apre a Jagodina

Ieri, nell’assemblea di Jagodina è stato firmato il protocollo sull’apertura della fabbrica dei mobili classici dell’azienda italiana  “Savio Firmino”.

Il protocolo è stato firmato da parte del sindaco di Jagodina Ratko Stevanovic e dal proprietario dell’azienda italiana, Guido Savio.

“Si tratta della prima fabbrica del genere in questa parte della Serbia. Loro esportano i loro prodotti in Russia ed altri paesi europei, mentre assumeranno tra 50 e 60 operai”, ha detto il presidente dell’Assemblea Dragan Markovic Palma nel corso della conferenza stampa. “Il mese prossimo, cioè all’inizio di marzo circa dieci operai andranno in Italia per frequentare il corso di formazione nella fabbrica italiana e spero di avere un rimborso soddisfaciente”, ha detto Markovic.

“La fabbrica dell’azienda “Savio Firmino” a Jagodina inizierà la produzione nel capanone affittato da un imprenditore, nel mentre la città gli concederà un ettaro del terreno nella zona industriale con l’infrastruttura completa, dove costruiranno la fabbrica di 2.500 metri quadrati”, ha detto Markovic.

“Savio Firmino” avrà le stesse condizioni come le altre fabbrche italiane aperte a Jagodina, ha aggiunto Markovic. Prima della stipula del protocollo, la delegazione italiana si è informata su queste condizioni offerete da parte della città di Jagodina e dalla Repubblica Serbia.

“Continuiamo ad portare gli investitori in Serbia. Alla fine di marzo arrivano altri tre investitori italiani interessati”, ha concluso Markovic.

“Vendiamo  nostri prodotti nel mercato globale. Spero di aumentare la nostra vendita anche nel mercato serbo, ma anche negli altri mercati dopo l’apertura della fabbrica a Jagodina. Sono sicuro che avremmo successo. Ci sforzeremo di collaborare con la città nel migliore dei modi”, ha detto Guido Savio.

Il sindaco di Jagodina Dragan Markovic ha detto che all’inizio di marzo di quest’anno, una decina di lavoratori di Jagodina visiteranno la fabbrica in Italia dove frequenteranno l’addestramento alla produzione di mobili in stile, e al loro ritorno, con gi altri lavoratori, saranno in grado di avviare i lavori nella sala che è stata affittata dalla società italiana . “Jagodina offrirà un ettaro di terreno nella zona industriale, dove potranno fondare uno stabilimento di 2.500 metri quadrati per la produzione di mobili antichi. L’azienda Savio Firmino assumerà tra 50 e i 60 lavoratori e aprirà un ufficio a Jagodina dove tutti gli interessati a lavorare potranno registrarsi”, ha detto Markovic . Secondo lui, questa sarà la prima fabbrica, che produce mobili in stile in questa parte della Serbia. Markovic ha inoltre ricordato che a Jagodina sarà presto aperta latteria italiana Inalpi, e che nella seconda metà di marzo, si aspetta l’arrivo di ancora tre investitori interessati.

(eKapija, 25.02.2015.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top