L’italiana “Progetti” arriva a Novi Becej, l’opportunità per 150 operai

L’azienda italiana “Progetti” che si occupa della produzione di calzature e di componenti di calzature per “Gucci”, “Prada” e “Luis Vuitton”, dopo l’apertura delle fabbriche a Vrsac, Vladimirci e Sombor, ha programmato ad iniziare le operazioni anche a Novi Becej.

I manager che si occupano delle risorse umane nella “Progetti” hanno organizzato una ricerca di mercato in questa città. Agli esperti italiani è venuta l’idea poiché in questa città aveva sede la ditta “Podeba”, famosa fabbrica di calzature nell’ex Jugoslavia, di cui circa cento ex operai hanno superato la fase dei colloqui e della presentazione delle loro capacità al potenziale datore del lavoro.

Il capo tecnologo della “Progetti”, Mauro Tomassoni, spiegando il progetto d’espansione in Serbia, dice che a Novi Becej l’azienda sta cercando lavoratori specializzati nella lavorazione delle parti esterne di calzature, come anche nella sartoria, aggiusti e montaggio. “Questa fase di indagine delle risore umane è importante, perchè abbiamo l’intento di espandere la nostra attività in Serbia ed avviare la lavorazione del prodotto completo”, dice Tomassoni, ricordando che i proprietari dell’azienda “Progetti” sono fratelli Enrico e Romano Rossi, i figli del fondatore dell’italiana “Wizard”.

All’inizio verrebbero impegnati tra 25 e 40 operai, ed entro il 31. marzo 2015 la fabbrica a Novi Becej assumerebbe 150 dipendenti.

L’autorità locale non nasconde la propria soddisfazione per la concretizzazione di quasta opportunità e sottolinea che essa è la conseguenza dell’iniziativa “La Serbia al ritmo dell’Europa” con la quale è stato ospitato un gruppo di businessman italiani.

(Novosti, 27.12.2014.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top