L’italiana Comef vuole generare energia dai rifiuti in Serbia

L’azienda italiana Comef ha presentato ai responsabili delle amministrazioni locali di Vrnjacka Banja, Kraljevo e Trstenik impianti con una complessa tecnologia per la trasformazione dei rifiuti in energia.

Questa tecnologia potrebbe essere utilizzata nel futuro impianto regionale di trattamento dei rifiuti che sarà utilizzato in tutte e tre le città.

L’azienda italiana progetta, costruisce e assembla sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili, che mirano a ridurre il consumo e l’emissione di gas nocivi e a limitare l’impatto ambientale negativo, mantenendo un elevato livello di efficienza energetica. Gli impianti trasformano i rifiuti in energia termica ed elettrica.

“La realizzazione di questo progetto regionale, che risolverebbe definitivamente il problema dello smaltimento dei rifiuti urbani e genererebbe kilowatt aggiuntivi di energia elettrica o sistemi di riscaldamento/raffreddamento centralizzati per il riscaldamento civile e industriale, sarebbe preceduta da un’analisi della struttura e della quantità dei rifiuti che vengono smaltiti, nonché da una garanzia statale”, si legge nel comunicato stampa.

La costruzione dell’impianto durerà due anni.

(eKapija, 19.01.2024)

https://www.ekapija.com/circular-economy/4535950/italijani-zainteresovani-da-pretvaraju-otpad-u-energiju-u-tri-lokalne-samouprave-u

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!