L’Italia vuole che la formazione della ZSO sia un prerequisito per l’adesione del Kosovo al Consiglio d’Europa

L’Italia ha proposto che la formazione dell’Unione dei Comuni Serbi (ZSO) in Kosovo sia un prerequisito per l’adesione del Kosovo al Consiglio d’Europa, ha dichiarato il giornalista Augustin Palokaj.

Palokaj, corrispondente di Koha Ditore da Bruxelles, ha detto che “ci sono state diverse proposte da parte delle delegazioni” in seno all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), che voterà sul progetto di parere che raccomanda l’ingresso del Kosovo nel Consiglio d’Europa.

Il 27 marzo, la Commissione per gli Affari Politici e la Democrazia dell’APCE ha adottato un progetto di parere che raccomanda l’ingresso del Kosovo nel Consiglio d’Europa, sebbene Pristina abbia soddisfatto solo una delle tre condizioni di adesione – la restituzione di 24 ettari di terreno al monastero di Visoki Dečani. Le altre due condizioni – la formazione della ZSO e la revisione delle controverse espropriazioni di terreni nel nord del Kosovo – sono indicate nella bozza di parere come “obblighi post-adesione del Kosovo”.

Palokaj ha aggiunto che ci sono “grandi possibilità” che il progetto di parere, elaborato dalla relatrice dell’APCE Dora Bakoyannis, venga adottato dall’APCE, che richiede il voto dei due terzi dei deputati presenti.

Se il progetto di parere sarà adottato domani, la decisione finale sull’adesione del Kosovo spetterà al Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, che voterà il 16 maggio.

“Il destino della richiesta di adesione del Kosovo dipenderà dal sostegno di almeno due terzi dei ministri degli Esteri. Il Comitato dei ministri si riunisce una volta all’anno. La prossima riunione è il 16 maggio e se la richiesta del Kosovo non sarà approvata in quell’occasione, l’ingresso sarà ritardato di almeno un anno”, ha dichiarato Palokaj.

(Politika, 16.04.2024)

https://www.politika.rs/sr/clanak/609627/Italijanska-delegacija-predlozila-da-i-ZSO-bude-uslov-za-ulazak-tzv-Kosova-u-Savet-Evrope

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top