L’Italia protagonista al Bazar di beneficenza di Belgrado

L’Italia ha raccolto la cifra di 20 mila euro su un totale di 120 mila nel corso dell’evento di beneficenza Charity Bazaar che si è tenuto ieri presso la Fiera di Belgrado. Secondo i dati in possesso dell’organizzazione del Bazaar, l’Italia ha realizzato in questo modo un doppio record, totalizzando non solo la cifra più alta fra gli stand dei vari paesi presenti quest’anno, ma raccogliendo anche la somma maggiore fra tutte quelle raggiunte da un singolo paese nelle 13 edizioni del Bazaar. L’ambasciata italiana a Belgrado ha coordinato il lavoro di oltre 30 volontari e la raccolta di circa 5 tonnellate di merce, di cui 2,5 provenienti dall’Italia, ottenute grazie all’apporto di 64 donatori.

Alle vendite dei prodotti nazionali e alle donazioni in denaro degli sponsor, che hanno totalizzato la suddetta cifra, si e’ aggiunto il valore economico dei premi messi in palio per la riffa. Anche in questo caso l’Italia ha partecipato con alcuni fra i premi più importanti, fra i quali due week-end da trascorrere in luxury properties di 4 città italiane a scelta, alcuni week-end nella località turistica serba di Kopaonik, buoni omaggio per alcuni ristoranti di cucina italiana nella capitale serba e tickets per centri massaggio. Il Charity Bazaar è l’appuntamento con la beneficenza più importante che si svolge a Belgrado, ed è organizzato dall’International Women’s Club a favore delle fasce più deboli della popolazione locale.

L’evento e’ stato inaugurato dalla principessa Katarina Karadjordjevic, che ha poi fatto visita allo stand italiano nell’arco della giornata. Il punto vendita del nostro paese e’ stato affiancato da una zona bar, dove sono stati serviti 2.200 caffé e mille cappuccini ai visitatori del complesso fieristico. Il bar, chiamato “BARzaar” per l’occasione, e’ stato contrassegnato da un logo contente un cuore tricolore con dentro il simbolo della bandiera serba, per sottolineare con un impatto visivo il rapporto di amicizia che lega i due paesi. “Attraverso il contributo di decine di volontari e decine di donatori, confermiamo che il nostro paese in Serbia è primo non solo nei rapporti economici e politici, ma lo è anche per solidarietà”, aveva commentato ieri per ‘Nova’ l’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo.

Al termine dell’evento, Manzo ha valutato positivamente i risultati ottenuti. “Il nostro stand e’ stato quello più visitato – ha osservato – ma in queste gare di beneficenza vincono tutti. Ci da’ grande soddisfazione sapere che, grazie al contributo di tanti volontari dell’Ambasciata e delle nostre imprese, si potranno finanziare in Serbia progetti di assistenza che vanno dall’accesso allo sport per i disabili al sostegno all’ospedale oncologico di Belgrado”.

(Agenzia Nova, 02.12.2013)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top