L’Italia ambasciatrice nel percorso europeo della Serbia

La Ministra serba per l’integrazione europea Jadranka Joksimovic e il Ministro italiano per gli affari europei Vincenzo Amendola hanno discusso ieri a Belgrado il futuro dell’allargamento dell’UE e l’integrazione europea della Serbia.

La Joksimovic ha affermato in una conferenza congiunta che l’Italia sostiene fortemente l’opinione che una politica di allargamento credibile nei confronti di tutti coloro che hanno aspirazioni europee dovrebbe essere e rimanere una politica significativa dell’Unione europea.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Ha anche affermato che la dinamica dell’adesione della Serbia all’UE deve essere più rapida e che si aspetta che il processo di allargamento acceleri.

“La Serbia sta attuando riforme e ci sono cose in cui ritarda, ma se facesse parte dell’Unione Europea oggi non sarebbe il membro più povero o più problematico”, ha sottolineato la Joksimovic.

La stessa ha affermato di ritenere che la Serbia abbia la possibilità di diventare il primo nuovo membro dell’UE.

Amendola ha confermato che l’Italia continuerà a sostenere il processo di integrazione europea della Serbia e che è importante che l’integrazione arrivi più rapidamente.

“La Serbia deve continuare il suo cammino, lavorare, attuare ciò che è necessario, aprire nuovi capitoli. Riteniamo che questo processo potrebbe essere più veloce”, ha affermato Amendola.

Ha aggiunto che la decisione di non aprire i negoziati con l’Albania e la Macedonia del Nord è stata un errore politico e che si sta lavorando per correggerlo, dichiarando che la Commissione europea pubblicherà un annuncio sull’allargamento a gennaio e discuterà dell’apertura dei negoziati con i due Paesi.

Il Ministro italiano si è incontrato anche con la Premier serba Ana Brnabic, la quale ha ribadito che i rapporti commerciali tra i due Paesi sono ottimi e sottolineando che l’Italia è uno dei partner e investitori più importanti in Serbia. Il Ministro Amendola dal canto suo ha ribadito l’appoggio italiano nel cammino europeo e nel processo di riforme necessario per l’entrata nella UE, sostenendo la posizione del Premier italiano Conte, e cioè che l’Italia vuole essere ambasciatrice della Serbia durante il suo percorso verso l’Europa.

https://www.danas.rs/politika/joksimovic-i-amendola-italija-podrzava-evropski-put-srbije-proces-integracija-treba-da-bude-brzi/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Amendola, Jadranka Joksimovic, Serbia
“Standard and Poor’s” ha aggiornato il rating creditizio della Serbia da BB a BB+

debito enti locali
Quali sono le compagnie serbe maggiormente indebitate con lo Stato?

Close