Lissovolik: La revisione di bilancio non è sufficiente per evitare il rischio di crescita del deficit

Bogdan Lissovolik, rappresentante permanente del FMI in Serbia, ha detto che la revisione di bilancio è un passo nella giusta direzione, ma che questo adeguamento non è sufficiente per evitare il rischio di un ulteriore rialzo del deficit

“Per questo sono necessarie alcune riforme aggiuntive nel medio periodo”, ha dichiarato Lissovolik alla conferenza “La Serbia cambia economia”, che si tiene presso l’hotel Hyatt di Belgrado. Egli ha detto che nella manovra di revisione si trovano alcuni progressi, ma ha avvisato del fatto che il problema in Serbia è sempre stato la realizzazione delle intenzioni: “Anche l’annunciata migliore raccolta delle tasse e dei contributi è una buona cosa, ma ho il timore che non venga realizzata”. Il rappresentante del FMI ha aggiunto che alla Serbia è necessaria una riforma del sistema pensionistico, così come la riforma degli stipendi nel settore pubblico e quella dell’occupazione.

Loup Brefort, capo dell’ufficio della Banca Mondiale a Belgrado, ha detto di sperare che la propria istituzione abbia la possibilità di erogare un sostegno finanziario al bilancio serbo e ha avvertito che la decisione in tal senso verrà presa nelle prossime settimane. Secondo le sue parole, la Banca Mondiale è incoraggiata da ciò che sta facendo il Governo in materia di revisione di bilancio; inoltre si vedono chiari passi che il Governo compirà nel campo delle riforme strutturali, che non sono una semplice “lista dei desideri”.

(Blic.rs, 08.07.1976)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top