L’inflazione in Serbia scende per la prima volta quest’anno

Nel mese di aprile di quest’anno, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, l’inflazione si è attestata al 15,1%, ha reso noto ieri l’Ufficio statale di statistica.

L’inflazione è più bassa rispetto a quella di marzo (16,2% su base annua), il che indica un leggero calo dei prezzi al consumo nel nostro Paese. Si tratta anche dell’inflazione più bassa di quest’anno, che era stata del 15,8% a gennaio e del 16,1% a febbraio.

Osservati su base mensile, i prezzi dei prodotti e dei servizi per il consumo personale nell’aprile 2023 sono aumentati in media dello 0,7% rispetto a marzo, mentre rispetto a dicembre 2022 i prezzi al consumo di aprile sono aumentati in media del 4,4%.

Come di consueto, i prezzi dei generi alimentari sono quelli che sono aumentati di più – 24,3% – con i prezzi di latte, formaggio e uova che sono aumentati del 39,6%, seguiti da pane e cereali 23,8%, carne 17,7, pesce 20,3, olio e grassi da cucina 23,1, frutta 14,1 e verdura 26,3. In un anno, i prezzi di acqua, elettricità e gas sono aumentati del 14,4%.

Osservando i principali gruppi di prodotti e servizi classificati in base alla finalità di consumo, nell’aprile 2023, rispetto al mese precedente, sono stati registrati aumenti dei prezzi di abbigliamento e calzature (2,6%), servizi sanitari (1,5), arredamento per la casa (1,2), bevande alcoliche e tabacco (0,9), bevande analcoliche, ricreazione e cultura (0,7 ciascuno), comunicazioni (0,6), ristoranti e alberghi (0,5), trasporti (0,2) e istruzione (0,1).

(Politika, 13.05.2023)

https://www.politika.rs/sr/clanak/552293/srbija-inflacija-statistika

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top