L’industria manifatturiera in Serbia da lavoro al 32% dei dipendenti

Sul totale di 105.593 imprese, tante quante ce n’erano in Serbia lo scorso anno, la maggior parte erano micro imprese, 90.106, seguite da quelle di piccole dimensioni, 12.187, e medie 2.716, mentre le grandi imprese nel 2020 erano 584, secondo un documento dell’Istituto della Repubblica per le statistiche sulle imprese in Serbia.

La quota maggiore del numero totale di aziende si inseriva nel commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli, il 30,9%, manifatturiero, 16,2%, attività professionali, scientifiche, di innovazione e tecniche, 13,1%, ed edilizia, 8,6%.

Per quanto riguarda il numero dei dipendenti, su un totale di 1,2 milioni di addetti nelle aziende, il 13,8% lavorava nelle micro aziende, il 20,4% nelle piccole imprese, il 23% nelle medie imprese mentre nelle grandi aziende è impiegato il 42,8%.

La maggior parte dei dipendenti, 392.215 o il 32,4%, lavorava nell’industria manifatturiera poi nel commercio e riparazione di veicoli a motore con 241.795 o il 20% di dipendenti sul numero totale.

Il maggior fatturato, 38,3%, è stato realizzato dalle grandi imprese, seguite dalle medie imprese con una quota del 24,6%, dalle piccole imprese con il 22%, mentre la quota delle microimprese sul fatturato totale è stata del 15,1%. Per attività, la quota maggiore del fatturato hanno avuto le aziende nel campo del commercio e della riparazione di autoveicoli, il 37%, produzione il 28,1%, ed edilizia 8,2%.

U Srbiju najviše radnika u prerađivačkoj industrij

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top