L’incerto futuro del Presidente Nikolic

Il Presidente della Serbia in carica, Tomislav Nikolic, ha negato di aver chiesto di diventare l’ambasciatore della Serbia a Mosca, nel caso il cui il Partito Progresstista (SNS) al governo decidesse di non scegliere lui quale candidato alla presidenza.

L’indiscrezione era stata riportata dal quotidiano belgradese Blic, ma il Presidente ha dichiarato ai microfoni di Sputnik, agenzia stampa russa, che si è trattato di “una montatura”.

“Si tratta di una montatura usata per sminuire me e per presentarmi come un uomo che cerca soltanto di afferrare qualcosa. Ma perché non viene riferito a chi, all’interno del partito, avrei posto queste condizioni?”.

Secondo l’articolo pubblicato da Blic, Nikolic avrebbe richiesto anche la carica di Presidente dell’Assemblea nazionale per suo figlio Radomir, sempre nel caso in cui la scelta del partito non cadesse su di lui quale candidato alle prossime elezioni presidenziali, previste in primavera. Nikolic godrebbe, però, del sostegno di Mosca ad una sua ricandidatura: ” Mosca è pronta a sostenerlo e aiutare la sua campagna”.

Citando un diplomatico straniero come fonte anonima, il quotidiano afferma che Nikolic è stato “incoraggiato dai russi a costituire un proprio partito e lanciare la propria campagna, se il SNS non dovesse sceglierlo”.

L’articolo ha anche citato “fonti del SNS”, in base alle quali “diversi incontri tra Nikolic e il Primo Ministro (e leader del partito SNS) Aleksandar Vucic si terranno nei prossimi giorni, e tutte le carte saranno sul tavolo”.

(b92, 08.02.2017)

http://www.b92.net/eng/news/politics.php?yyyy=2017&mm=02&dd=08&nav_id=100453
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top