“Lift: The Slobodan Show”: un musical su Milosevic… e non solo

Slobodan Milosevic, considerato il principale artefice di un decennio di sanguinose guerre nei Balcani, non è sicuramente la prima persona che vi immaginereste come protagonista di un possibile musical. E non di un musical in senso stretto, poi, ma di una rappresentazione che mescola diverse forme teatrali. Il suo autore lo descrive come “un dramma documentario cantato”.

La drammaturga di Belgrado Jelena Bogavac afferma che l’obiettivo di “Lift: The Slobodan Show” non è quello di fornire verità storiche su Milosevic, l’uomo che guidò la Serbia verso l’isolamento internazionale e morì mentre si trovava sotto processo per genocidio presso il Tribunale per i crimini di guerra, ma quello di affrontare un periodo importante nella storia della Serbia.
Secondo Bogavac, il progetto si occupa dell’era al potere di Milosevic, così come delle vite della gente comune nell’ex provincia serba del Kosovo, dove egli condusse una sanguinosa repressione contro i separatisti di etnia albanese nel 1998-99. La rappresentazione combina eventi storici, momenti personali tra Milosevic e sua moglie Mirjana Markovic e storie reali degli attori, la maggior parte dei quali provengono dal Kosovo.
“Parlando di Sloba e Mira, abbiamo cercato di inquadrare un problema di tutte le nostre generazioni, nate, cresciute e invecchiate come risultato degli anni ’90”, ha dichiarato Bogavac alla Associated Press.
Il progetto ha già suscitato l’interesse del pubblico in Serbia, dove le persone rimangono divise sul ruolo storico di Milosevic e dove i suoi ex-alleati sono tornati al potere. Sarà diretto da Nenad Todorovic, un serbo del Kosovo.
Programmato per debuttare nella città serba del Kosovo di Gracanica, la rappresentazione teatrale susciterà probabilmente anche reazione controverse. La Serbia non riconosce la dichiarazione di indipendenza del Kosovo del 2008 e le tensioni etniche persistono ancora. Più di 10.000 persone sono morte in Kosovo durante il conflitto, per lo più di etnia albanese.
Oltre al conflitto, il dominio di Milosevic in Serbia negli anni ’90 ha determinato anche un netto declino economico, sanzioni internazionali e una repressione nei confronti degli oppositori politici.
Bogavac spiega di voler porre in contrasto l’ “autoritarismo” della scena politica serba dell’epoca con l’amore “melodrammatico” della coppia l’uno per l’altro: “La svolta di un dramma non in satira, ma in una tragedia politica, è ciò che è così interessante teatralmente”.
La storia di Milosevic e di sua moglie è vista attraverso situazioni storiche e conversazioni private. Mentre si concentra sulla fine degli anni ’90 durante il bagno di sangue in Kosovo, lo spettacolo si riferisce anche al periodo successivo alla destituzione di Milosevic a seguito della rivoluzione popolare del 2000 e al successivo processo per crimini di guerra, durante il quale Milosevic è morto di infarto, nel 2006. Non si occupa delle guerre serbe sotto Milosevic in Croazia e in Bosnia, dove oltre 100.000 persone sono state uccise in anni di combattimenti nei primi anni ’90.
Con settimane di prove davanti, il cast ha approfondito la sceneggiatura venerdì in un caffè di Belgrado, compresa una scena in cui Milosevic si rende conto che verrà arrestato nel 2001.
L’attrice Dejan Cicmilovic ha anticipato che il pubblico non dovrebbe aspettarsi da lui un’imitazione puntuale dell’aspetto o della voce di Milosevic, ma piuttosto del suo personaggio: “Interpretare personaggi storici comporta molte responsabilità”, ha affermato.
Ivana Kovacevic, che interpreta la moglie di Milosevic, è fuggita dalla sua casa nella capitale del Kosovo, Pristina, nel 1999, quando la NATO ha bombardato la Serbia per porre fine allo spargimento di sangue in Kosovo.
“Il testo sembra tragico-comico, ma c’è molto di più sotto. Il periodo degli anni ’90 che rievochiamo è pieno di emozioni, purtroppo molti più negative che positive… quel periodo mi ha lasciato senza la mia casa, i miei amici e senza molti dei miei sogni”.
(The Washington Post, 20.01.2018)
Foto di copertina: Darko Vojinovic/Associated Press

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Kosovo, Slobodan Milosevic, storia
funerale
Il cordoglio di Belgrado al funerale di Ivanovic

kosovo
Media tedeschi: Kosovo settentrionale nelle mani della mafia

Chiudi