Libro Bianco 2018: in Serbia alcuni progressi sono stati fatti

L’economia serba non ha compiuto progressi significativi nell’ultimo anno – dimostrano due liste pubblicate negli ultimi dieci giorni.

Alla fine di ottobre è stato annunciato che, secondo il criterio della facilità di fare affari nella lista Duing Business della Banca Mondiale, la Serbia era al 48° posto. Si tratta di un calo di cinque posti rispetto alla posizione dello scorso anno.

Una settimana dopo, il Foreign Investors Council (FIC) ha pubblicato l’ultima revisione delle riforme nell’ultimo anno. Nel Libro Bianco del 2018, si afferma che la Serbia ha continuato a registrare progressi stabili ma moderati nelle riforme.

Questo garantisce stabilità, ma non è sufficiente per raggiungere l’obiettivo prefissato: un clima economico sostenibile e competitivo, un’economia forte e un alto tenore di vita per i cittadini.

Il Consiglio degli investitori esteri ha presentato ieri il Libro Bianco 2018 ai più alti funzionari e soggetti interessati del governo. Secondo il libro, i primi quattro segmenti con le migliori prestazioni rimangono gli stessi dell’anno scorso, vale a dire, terreni edificabili e sviluppo, protezione degli utenti dei servizi finanziari, trasporti e regolamentazione del settore del tabacco.

Nel suo discorso di benvenuto, la presidente della FIC, Yana Mikhailova, ha osservato che tra due Libri Bianchi la Serbia ha continuato con il costante ma moderato progresso delle riforme.

“Dopo i trend positivi registrati lo scorso anno, ci aspettiamo che la Serbia continui con una crescita sana”, ha detto la Mikhailova.

La Serbia, ha detto, è ben posizionata come destinazione attraente per gli investimenti, come confermato dal fatto che attrae ogni anno nuovi investimenti, tra cui un’ampia quota di investitori dalla regione. La direttrice della FIC, ha aggiunto, che ha notato i moderati progressi della Serbia, e che è rimasta all’incirca allo stesso livello dell’anno scorso, con il 33% delle raccomandazioni  adempiute lo scorso anno, mentre quest’anno il 34%.

“Il risultato rimane lo stesso dell’anno scorso”, ha detto la Mikhailova.

Lei afferma, tuttavia, che gli obiettivi erano stati fissati più in alto e che era stato previsto il rispetto del 50% delle raccomandazioni del Libro Bianco.

“Le tre principali aspettative che il FIC chiede al Governo è di ottenere consolidamento fiscale sostenibile,  di proseguire con le riforme strutturali, di migliorare l’applicazione della legge, in particolare nel settore fiscale, di rafforzare l’amministrazione fiscale e di fornire maggiore trasparenza nelle consultazioni pubbliche”, dice la Mikhailova.

Ha sottolineato che la FIC continuerà ad essere il sostegno e la forza trainante dell’economia serba.

“Continueremo a implementare nuove tecnologie, ad investire nelle risorse umane e nelle imprese locali. Ci dedicheremo per ottenere una crescita a lungo termine dell’economia serba”, ha sottolineato.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

La direttrice ha anche affermato che il Libro Bianco fornisce raccomandazioni concrete per il miglioramento del clima imprenditoriale e che un gran numero di aziende partecipa alla preparazione del rapporto.

Mikhailova haggiunge che la FIC continuerà ad essere un partner valido e affidabile del governo nel dare impulso all’economia serba, ma ha aggiunto che la Task Force non ha raggiunto gli obiettivi desiderati.

“Stiamo dialogando con il nostro partner, il governo serbo, e abbiamo deciso insieme di riattivare la Task Force”, dice Mikhailova.

Segmenti con le performance migliori – Uguale all’anno scorso

Il Libro Biannco annuale copre 67 segmenti, con i primi tre segmenti, le migliori prestazioni, identici allo scorso anno.

Il primo posto è occupato dai terreni edificabili ed edili, la seconda posizione appartiene alla protezione degli utenti dei servizi finanziari, mentre il terzo segmento è occupato dai trasporti.

Delle otto aree prioritarie, solo due hanno registrato miglioramenti – il controllo immobiliare / le costruzioni e l’ispezione.

La digitalizzazione, la bancarotta e le normative sui cambi hanno registrato progressi moderati, mentre le aree quali tasse, i diritti sul lavoro e la sicurezza alimentare non hanno registrato alcun progresso.

http://www.021.rs/story/BBC/201165/Bela-knjiga-2018-Napredak-u-trecini-oblasti.html?fbclid=IwAR00wecUYSZl1hFsq79vxMehzRJa_nH5S9cZMeZuKa8vxLUAUmBJtLrVIq4

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in FIC, Foreign Investors Council, Libro Bianco 2018, progressi, riforme, Serbia
Pristina aumenta la tassa sui prodotti importati dalla Serbia e dalla Bosnia

I membri del Congresso degli Stati Uniti vogliono che Pompeo supporti la soluzione della Serbia per il Kosovo

Close