Esteso l’accordo di libero scambio tra Serbia e Turchia

Il Ministro serbo del turismo, commercio e telecomunicazioni, Rasim Ljajic, ha incontrato ad Ankara ieri il Primo Ministro turco, Binali Yildirim, per discutere su come incrementare le relazioni bilaterali e la cooperazione economica tra Turchia e Serbia.

Yildirim ha informato Ljajic che la Turchia appoggia le riforme attuate dal governo serbo, e ha sottolineato l’importanza della cooperazione economica nelle relazioni tra i due paesi. Secondo Yildrim, il volume di questa cooperazione economica potrebbe crescere quest’anno per includere più segmenti di mercato.

Il premier turco ha anche dichiarato che il suo governo sosterrà tutti i progetti di sviluppo e infrastrutturali che risultano nell’interesse dei due paesi, sottolineando che la costruzione dell’autostrada Belgrado-Sarajevo sarà completata grazie alla collaborazione tra Serbia, Turchia e Bosnia-Erzegovina.

Il Ministro Ljajic si è dichiarato soddisfatto dei progressi compiuti nei negoziati sull’estensione dell’elenco dei prodotti e dei servizi inclusi nell’accordo di libero scambio tra Serbia e Turchia. Il Ministro ha anche anticipato che l’accordo raggiunto potrebbe diventare operativo a partire dal mese di giugno di quest’anno.

Ljajic ha anche inoltrato richiesta al governo turco per la concessione alla Serbia di una quota di zona franca per l’esportazione di carne verso la Turchia, che potrebbe aumentare il valore del commercio tra i due paesi per un totale di 2 miliardi di euro quest’anno. Il Ministro ha inoltre incontrato il Ministro turco dell’Economia, Nihat Zeybekci e il Ministro dell’alimentazione, dell’agricoltura e del bestiame, Faruk Çelik.

(eKapija, 28.02.2017)

http://www.ekapija.com/website/sr/page/1683593/Vi%C5%A1e-robe-i-usluga-u-re%C5%BEimu-slobodne-trgovine-Srbije-i-Turske-Novi- sporazum-najkasnije-u-junu-2017

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top