L’EXPO si espande: sarà costruito un nuovo aeroporto

La Società SPV Galovica 1, una delle sei società fondate al solo scopo di costruire strutture per l’esposizione EXPO 2027, ha lanciato un mese fa un concorso per la progettazione di un complesso residenziale. Un consorzio di sei società ha presentato l’offerta vincente.

Come indicato nel bando, questo complesso edilizio si estenderà su circa 160.000 metri quadrati e sarà composto da edifici residenziali e uffici a Surčin.  È interessante notare che i lotti previsti per la costruzione si trovano per lo più nei pressi di Dobanovci, molto vicino alla riserva di caccia, mentre un altro si trova a Boljevci.

Le planimetrie, depositate presso il catasto locale, mostrano già le strade all’interno e intorno al futuro complesso residenziale. Ciò significa praticamente che l’intero complesso EXPO 2027 si estenderà molto più in là di quanto annunciato – intorno al futuro Stadio Nazionale.

L’area intorno a Dobanovci è da qualche anno nel mirino di urbanisti e immobiliaristi. A nord-est di Dobanovci, infatti, è prevista la costruzione del mega-complesso Singidunum, su una superficie di 2,5 milioni di metri quadrati, che ospiterà un centro direzionale per le tecnologie avanzate, 2.800 appartamenti, scuole, asili, ecc.

Inoltre, secondo la bozza del Piano territoriale 2021-2035, è prevista la costruzione di un aeroporto internazionale nei pressi di Dobanovci, più precisamente a 10 km a ovest dell’aeroporto Nikola Tesla, a 24 km da Belgrado, nelle immediate vicinanze del segmento autostradale E70 Grmovac – Dobanovci – Deč.

Secondo il documento, il complesso aeroportuale si estenderà su circa 1.100 ettari, avrà tre piste, due terminal passeggeri, due terminal merci, una zona logistica e una zona franca doganale, moderne attrezzature di navigazione e un sistema di segnaletica luminosa.

(Dnevnik, 16.05.2024)

https://www.dnevnik.rs/ekonomija/ekspo-se-siri-gradice-se-i-novi-aerodrom-evo-sta-sve-predvida-generalni-urbanisticki-plan

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top