Leoni diventa il più grande datore di lavoro industriale in Serbia con 10.000 dipendenti

L’11 ottobre il produttore tedesco di soluzioni per il trasferimento di energia e dati nell’industria automobilistica Leoni, segnerà ufficialmente l’inizio della costruzione del suo stabilimento a Kraljevo, dove i lavori sono iniziati ad agosto.

Con il completamento di questa struttura all’inizio del 2020, la Serbia sarà l’unico paese europeo all’interno della divisione del sistema Leoni ad avere quattro unità di produzione, facendo così della società Leoni il più grande datore di lavoro industriale nel paese con 10.000 dipendenti.

“Finiremo la costruzione della fabbrica a Kraljevo di 6.800 m2 entro la fine del 2019. I primi prodotti lasceranno la fabbrica a febbraio e la parte di costruzione sarà completata entro la fine del 2019”, ha annunciato Clemens Sachs, Amministratore delegato di Leoni Serbia.

Dal suo arrivo in Serbia nel 2009, Leoni ha investito circa 90 milioni di euro in strutture e attrezzature. La società impiega circa 6.000 persone a Malosiste, Prokuplje e Nis, e quando raggiungerà la sua piena capacità dopo l’apertura della fabbrica di Kraljevo, tale numero crescerà fino a oltre 10.000.

Con l’aumentare dell’importanza della Serbia nella strategia di sviluppo della divisione Leoni dei sistemi via cavo, il Consiglio di amministrazione ha deciso di organizzare, per la prima volta negli ultimi 10 anni, un incontro degli amministratori delegati di Leoni dall’estero che si è svolto in Serbia, in 25 e 26 settembre.

La società in Serbia registra costantemente un trend in crescita sin dal primo stabilimento inaugurato nel 2009.

Nel 2017, le vendite sono ammontate a 150 milioni di euro, con 1,5 milioni di set di cavi prodotti dal 2009. I clienti di Leoni sono le principali case automobilistiche, tra cui BMW e Mercedes.

“Crediamo nello sviluppo della nostra attività in Serbia. Ci assicureremo che diverse migliaia di nuovi dipendenti del nostro stabilimento di Kraljevo abbiano le migliori condizioni di lavoro possibili. D’altra parte, abbiamo bisogno di un ambiente politico ed economico prevedibile e stabile per garantire un’ulteriore crescita della nostra attività in Serbia”, Martin Schutern, membro del consiglio di amministrazione del Gruppo Leoni e direttore della divisione Leoni di sistemi via cavo, ha dichiarato in seguito all’incontro degli amministratori delegati di questa divisione a Nis.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Dice che la Serbia ha un enorme potenziale di risorse umane e una buona cultura lavorativa ed etica, che Leoni apprezza molto.

“Guardando i nostri 6.000 dipendenti qui, possiamo vedere un team molto fedele che ci supporta nelle sfide degli importanti progetti che stiamo implementando per i nostri clienti chiave. Continuiamo ad attrarre candidati per il lavoro, poiché offriamo un lavoro sicuro e un’opportunità di sviluppo professionale”, ha dichiarato la responsabile delle risorse umane presso la divisione Leoni Cable Systems, Bianca Scheller.

Negli ultimi 10 anni, Leoni Wiring Systems Southeast d.o.o ha versato oltre 52 milioni di euro nel bilancio della Repubblica di Serbia sulla base delle imposte e dei contributi ai salari dei dipendenti.

Il programma di produzione di Leoni comprende fili, fibre ottiche, cavi standardizzati, cavi speciali e sistemi via cavo, nonché prodotti intelligenti e servizi intelligenti.

Il Gruppo impiega oltre 88.000 persone in 31 paesi del mondo e nel 2017 ha registrato un fatturato di 4,9 miliardi di euro.

https://www.blic.rs/biznis/privreda-i-finansije/zaposljavace-10000-ljudi-fabrika-leoni-od-februara-najveci-industrijski-poslodavac-u/x81gl4t

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top