Legione straniera e 100 guardie: il Presidente Macron arriva in Serbia

Il Presidente francese Emanuel Macron il 15 luglio arriverà per una visita di due giorni a Belgrado, ospitato dal Presidente serbo Aleksandar Vucic; è uno dei leader mondiali meglio protetti, alla sua sicurezza partecipano anche membri della Legione straniera, l’unità di combattimento d’elite francese.

Macron arriverà con circa 100 guardie di sicurezza francesi. Un gruppo è già arrivato in Serbia, dove sta preparando un piano di protezione assieme ai membri della polizia serba e ai servizi di sicurezza.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

La Francia ha un forte servizio di sicurezza e intelligence che coordinerà il programma della visita. Prima dell’arrivo di Macron sono stati inviati specialisti francesi, circa 50 di loro, che collaboreranno con i colleghi serbi. Controlleranno tutti i punti su cui Macron passerà e le strade che attraverserà. Gli agenti serbi lavoreranno anche con ex legionari, sostiene “Kurir”.

Durante la visita di due giorni di Macron saranno impegnati 4000-5000 agenti di polizia, membri di unità speciali di polizia e l’Esercito serbo, BIA, VBA e VOA.

Un membro della “World Association of Police Chiefs”, Marko Nicovic, afferma che il Presidente francese è uno degli statisti meglio protetti al mondo.

“Non è escluso che ci sia anche un membro della Legione straniera nella sicurezza di Macron. Soldati che hanno superato l’allenamento più duro e hanno speciali abilità mentali e fisiche. Questi sono unicamente comandanti, francesi. Tra le sue guardie ci sono esperti in farmacia, medicina, armi chimiche, al fine di eliminare il pericolo di intossicazione alimentare o il contatto con oggetti. Sotto sicuro controllo sarà anche il posto dove dormirà. Verranno portati dalla Francia lenzuola, asciugamani, saponi, shampoo…”, sostiene Nikovic.

Molto probabilmente il presidente francese sarà ospitato all’hotel Hajat.

Programma della visita

Il Presidente francese inizierà la visita il 15 luglio. Arrivato nella capitale serba, all’aeroporto “Nikola Tesla” scoprirà una targa che segnerà l’inizio della modernizzazione dell’aeroporto, rilevato dalla società francese “Vinci”.

Subito dopo Macron andrà a un ricevimento speciale davanti al Palazzo “Serbia”, per avere dei colloqui con il presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, e qui incontrerà le delegazioni dei due Paesi.

Nel pomeriggio ci sarà la deposizione di una corona sul monumento ai difensori di Belgrado a Kalemegdan, e alla fine del primo giorno di visita la cena con Vučić.

Il secondo giorno Macron passerà all’Ambasciata francese, visiterà la via Knez Mihailov, parlerà con i rappresentanti del Centro Giovanile Regionale, e incontrerà alcuni artisti serbi. Dopo di ciò il Presidente francese lascerà il Paese.

Chiusura delle strade, controlli…

Le strade percorse dall’ospite francese verranno chiuse, i tombini saldati, sugli edifici si apposteranno dei cecchini, e ai cittadini che vivono su questi percorsi verrà ordinato di chiudere le finestre e tirare le tende. Sarà inoltre rafforzato il controllo del movimento dei pedoni nei luoghi più trafficati, dove saranno schierati anche membri della gendarmeria. Le comunicazioni su internet saranno sotto controllo in Serbia e all’estero.

Il Presidente serbo Aleksandar Vucic ha annunciato che circa 20 accordi diversi saranno firmati durante la visita di Macron. Le aziende francesi sono sempre più interessate a cooperazioni su tecnologie informatiche, trasporti e miniere.

L’Ambasciatore francese in Serbia, Frederic Mondoloni, ha recentemente dichiarato di incoraggiare la cooperazione delle società francesi con la Serbia e che un investimento particolarmente interessante è stato fatto nelle fonti energetiche rinnovabili.

Vucic ha da parte sua annunciato che discuterà con Macron di cooperazione economica e politica e del percorso europeo della Serbia, ma si discuterà anche della situazione in Kosovo.

Ospitalità

Durante la visita in Serbia a Macron verranno servite delle specialità serbe, tra cui sarma, proja, torte, ajvar, carne alla griglia, accompagnate da vini di qualità.

http://www.pressonline.rs/info/politika/418279/legija-stranaca-i-100-specijalaca-makron-stize-u-srbiju-a-ovo-su-detalji-njegove-posete.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... legione straniera, Macron
La strada della Serbia verso l’UE: da Macron una doccia fredda

Chiudi