Leggera diminuzione del PIL nell’ultimo trimestre del 2020

Il prodotto interno lordo della Serbia nel quarto trimestre del 2020 è diminuito dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2019, mentre, secondo i dati destagionalizzati, è aumentato rispetto al trimestre precedente del 2,2%, ha annunciato oggi l’Istituto statale di statistica.

Rispetto alle attività, negli ultimi tre mesi dello scorso anno si è registrato un calo reale significativo del valore aggiunto lordo su base annua nel settore delle costruzioni del 9,1%, così come nel commercio all’ingrosso e al dettaglio e nella riparazione di autoveicoli, nei trasporti e servizi di rimessaggio, alloggio e alimentazione del 3,6%.

Allo stesso tempo, la crescita maggiore è stata raggiunta dal settore dell’industria e dell’approvvigionamento idrico e della gestione delle acque reflue, dell’1,5%, dell’informazione e della comunicazione del 5,5% e del settore dell’amministrazione statale e dell’assicurazione sociale obbligatoria, dell’istruzione e della salute e della protezione sociale del 3,9%.

Se si osservano gli aggregati nell’utilizzo del PIL, nel quarto trimestre del 2020, a livello annuale, la crescita reale è stata registrata nella spesa pubblica finale del 4,6%, nelle esportazioni di beni e servizi del 2,1% e nelle importazioni di beni e servizi dello 0,8%.

Il calo reale delle spese è stato registrato nelle spese per i consumi finali delle famiglie del 2,7%, nella spesa per i consumi finali delle istituzioni senza scopo di lucro al servizio delle famiglie (NPID) del 2,9% e negli investimenti fissi lordi del 4,1%.

https://www.blic.rs/biznis/vesti/blagi-pad-srpske-privrede-na-kraju-2020-sest-sektora-u-debelom-minusu-tri-u-zavidnom/5g4ywwe

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top