Le società russe Taif e Net Oil interessate alla Petrohemija di Pancevo

Il complesso petrolchimico “Petrohemija” di Pancevo va in mani russe, si legge nel quotidiano “Novosti”.

Nei giorni precedenti è stato concordato sui parametri chiave per la vendita della “Petrohemija”, alla quale sono seriamente interessate le due società: la “Taif ” di Kazàn e la società “Net Oil”,operante principalmente nei mercati asiatici ma anche in quelli africani ed europei.

La “Taif ” impiega 50.000 lavoratori, e l’attività principale della società è la realizzazione dei progetti di investimento di importanza prioritaria per l’economia del Tatarstan e della Russia. L’azienda dispone di 67 aziende partner, ed è impegnata principalmente nel settore della raffinazione del petrolio, del gas e della petrolchimica, come anche nel settore delle telecomunicazioni, dell’edilizia, dei servizi bancari e degli investimenti e negli altri servizi. Oltre alla finanza, l’area principale della “Net Oil” è l’energia.

(Novosti/Ekapija, 03.08.2015)

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top