Le nuove misure anti-COVID; trasmissione del virus di nuovo in crescita

Ieri il governo serbo ha prescritto misure speciali per proteggere la popolazione dal virus COVID-19 nelle amministrazioni locali in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza a causa dell’epidemia. Lo stato di emergenza è stato proclamato a Novi Pazar, Tutin, Kragujevac e Vranje, mentre Belgrado, Kraljevo, Uzice e Valjevo sono stati contrassegnati come punti di crisi.

“Al fine di fermare l’ulteriore diffusione e trasmissione dell’infezione, il governo ha, tra le altre cose, deciso di vietare l’assembramento di più di cinque persone all’interno e all’esterno di tutte le strutture, se non è possibile mantenere una distanza fisica di due metri e adeguate misure di protezione personale. Non sarà inoltre possibile organizzare cerimonie così come eventi sportivi e di intrattenimento”, ha annunciato il governo della Serbia. Il lavoro delle strutture di ristorazione sarà limitato dalle 7 alle 20.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Quando si tratta di istituti scolastici e di istruzione, è necessario attuare pienamente tutte le misure preventive. Le riunioni nelle istituzioni educative saranno posticipate e gli esami di ammissione e altri saranno condotti con l’applicazione di tutte le misure di protezione personale (distanza fisica di due metri, uso obbligatorio di maschera e guanti). L’uso di piscine all’aperto e al coperto, centri benessere e spa, per ora non sarà possibile, ma con l’implementazione delle misure di protezione (maschere e guanti), i saloni di bellezza e parrucchieri, i centri fitness e le palestre continueranno a funzionare”, afferma la nota.

Le autorità governative hanno deciso di elargire 200 milioni di dinari ai cittadini le cui famiglie e alloggi sono stati danneggiati durante le inondazioni di giugno di quest’anno. Sulla base dei registri delle amministrazioni locali, questi fondi saranno distribuiti sotto forma di assistenza gratuita.

A partire da ieri, è obbligatorio indossare maschere nell’area della città di Belgrado, non solo nei trasporti, ma in tutti gli spazi chiusi – centri commerciali, ristoranti, bar notturni, nonché mantenere una distanza fisica di almeno un metro.

A causa del coronavirus in Serbia, quattro persone sono morte nelle ultime 24 ore, e 272 nuove infezioni sono state registrate, secondo i dati ufficiali. Finora 281 persone sono morte ufficialmente di coronavirus in Serbia. Ci sono 73 pazienti attaccati ai respiratori, 31 in più rispetto al giorno prima.

Nove mere Vlade: Zabranjena okupljanja više od pet ljudi

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in assembramento, COVID, nuove misure
Che cosa possiamo aspettarci dalla crisi post-COVID?

Ingressi consentiti in Serbia da venerdì 22 maggio; no al test e all’autoisolamento

Close