“Le imprese pubbliche non possono essere uno Stato nello Stato”

Il ministro dell’energia e della tutela e dello sviluppo ambientale Zorana Mihajlovic ha annunciato che sono state pianificate le ristrutturazioni di EPS (NdT: l’ente elettrico di Stato) e della Srbijagas: “non si può permettere che imprese pubbliche agiscano da Stato nello Stato”.

Al programma mattutino della televisione Pink il ministro ha dichiarato che il piano di ristrutturazione della EPS non contemplerà solo la centralizzazione del forniture ma che altri cambiamenti dovranno avvenire. La Mihajlovic ha anche detto che la EPS sta procedendo alla revisione del bilancio annuale e che dal bilancio scorso devono essere riportati molti costi per cui ci si domanda perché tale revisione di bilancio arrivi a superare i 15 miliardi di dinari. Anche il ministro delle finanze ha manifestato le sue perplessità in merito a tale revisione di bilancio mentre il governo di Serbia negli anni scorsi ha fatto molto per la EPS.

“Il direttore della EPS deve rapportarsi all’azienda in maniera che nessuno batti la fiacca, affinché ci sia maggiore efficienza, collaborazione e dialogo con i lavoratori”, ha detto la Mihajlovic, specificando che la persona direttamente responsabile dell’andamento della EPS è Aleksandar Obradovic, facente funzione di direttore generale. “Quando si dirige un’azianda di Stato bisogna lavorare in squadra, bisogna far squadra con lo Stato e con i collaboratori dentro la EPS”.

La Mihajlovic ha detto che non si può  per animosità personale imporre alcuni punti all’ordine del giorno del consiglio di amministrazione della EPS e cambiare alcuni dirigenti senza consultazione. In merito alla Srbijagas, essa ha proceduto a 900 riprogrammazioni del debito su una platea di 200,000 utenti ma essa deve tenere conto delle sollecitazioni del Governo.

Per la Mihajlovic la Srbijagas non può continuare a funzionare così come adesso, con un capitale di 12 milioni di euro e un piano già preparato di ristrutturazione. “Non si può consentire che qualche impresa rilevi la Srbijagas a causa dei crediti che vanta verso di essa”.

La Mihajlovic ha partecipato al Business Forum di Bucarest dove ha incontrato il primo ministro cinese Li Keqiang e vari imprenditori cinesi con “l’obiettivo di creare posti di lavoro in Serbia” attraverso i necessari investimenti.

(Politika, 28.11.2013)

 

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top