Le imprenditrici serbe chiedono un ulteriore aiuto al governo

L’Associazione delle donne d’affari della Serbia (“Udruženje poslovnih žena Srbije”), ha scritto al Primo Ministro e al governo una lettera con delle richieste di aiuto per sopravvivere alla pandemia. La lettera propone il pagamento urgente di sussidi pari a un importo del salario minimo per le micro, piccole e medie imprese.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Ecco la lettera nella sua interezza:

“Apprezziamo molto gli sforzi del Presidente, del Governo e del Ministero delle Finanze competente per aiutare le micro, piccole e medie imprese a superare la nuova crisi economica e notiamo che il primo pacchetto di misure di sostegno ci ha aiutato a mantenere i lavoratori e in qualche modo a superare la prima ondata. La paura delle conseguenze dell’epidemia sulle nostre attività purtroppo non sta diminuendo, visto il trend crescente del numero di contagiati e gli effetti che ha sulle nostre imprese. Domanda in calo, lavoratori decimati, problemi di liquidità sono solo alcuni dei problemi. La scorsa settimana, l’Unione dei datori di lavoro (“Unija poslodavaca”) ha annunciato una serie di misure con le quali siamo pienamente d’accordo. Abbiamo anche condotto un sondaggio tra i nostri membri su quali misure li aiuterebbe a sopravvivere nei prossimi sei mesi.

Innanzitutto i nostri dati mostrano che non tutti i settori sono ugualmente colpiti, c’è chi è anche cresciuto, quindi, consapevoli del fatto che dovremmo essere solidali, suggeriamo che in questa ondata si aiuti solo chi è esistenzialmente in pericolo e ha dimostrato di lavorare con qualità, attraverso una relazione sulla sua solvibilità che dovrebbe dimostrare che opera in positivo da almeno tre anni, ha pagato tasse e contributi e non è stato condannato per reati economici. Il criterio per essere definiti in pericolo esistenziale dovrebbe essere che quest’anno la produzione nel periodo marzo-dicembre 2020 è calata di almeno 1/3 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In questo momento, proponiamo solo una misura urgente per tali aziende.

Ci auguriamo che questa proposta vi sia utile per creare misure che aiuteranno i più vulnerabili a uscire da questa situazione con le minori conseguenze come società ed economia. Siamo disponibili per consulenze e osservazioni in base alle nostre capacità”.

La misura urgente per le micro, piccole e medie imprese è un sussidio dell’ammontare del salario minimo per i lavoratori in congedo forzato, non gravati dall’obbligo di pagare tasse e contributi. La sovvenzione sarebbe pagata per i prossimi 3 mesi.

Udruženje poslovnih žena: Tri meseca subvencije preduzećima

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... aiuto governo, micro piccole imprese, pandemia, sussidio
immobili
A Novi Sad aumentate le tasse sulle proprietà

I cambiamenti nel mercato immobiliare di Belgrado; in crescita le le sale da gioco

Chiudi