Le Figaro scrive: La Francia ha commesso un grave errore, la Serbia ingiustamente umiliata

Il protocollo del presidente francese ha collocato il presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, al di fuori della tribina ufficiale alla celebrazione della fine della Prima guerra mondiale.

Il Presidente della Serbia si è trovato al di fuori dall’occhio delle telecamere, una cosa inaccettabile, dato che la Serbia nella Grande Guerra ha perso 1,2 milioni di persone, riporta il giornale parigino “Le Figaro”.

L’alto membro del protocollo del Palazzo Eliseo, responsabile della pianificazione degli ospiti sulla tribina d’onore, ha dichiarato per il giornale parigino: “Abbiamo commesso un grosso errore”.

Intorno al presidente Macron c’erano i rappresentanti dei paesi Alleati nella prima guerra mondiale – Russia, Stati Uniti, Italia e Romania, ma anche i presidenti di Bulgaria e Turchia, così come la cancelliera della Germania, che 100 anni fa era un paese nemico. Nel frattempo, il presidente Vucic, pur essendo un uomo alto e corpulento, difficile da non notare, è stato dimenticato e messo da parte a tal punto da trovarsi sulla tribina opposta, tra i ministri e diplomatici di basso rango.

“L’11 novembre 2018 la Serbia, con le sue vittime storiche, è stata umiliata dalla Francia. Possiamo solo immaginare come si è sentito Aleksandar Vucic mentre era seduto dal lato opposto dell’evento e guardava insieme a Trump, Putin e Macron le facce sorridenti di Recep Tayyip Erdogan e Hashim Thaci, presidente di un paese che la Serbia non riconosce e che nel 1914 era solo una regione della Serbia”, afferma il testo.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Anche se l’ambasciatore francese in Serbia, Frederic Mondoloni, si è scusato lunedì a Parigi, le reazioni da Belgrado non sono mancate. Il monumento di riconoscenza verso la Francia, appena restaurato  è stato vandalizzato e ci sono state richieste di cambiare il nome alle vie “Pariska” e “Francuska”, riporta il giornale.

“Le Figaro” indica che il 6 dicembre Emmanuel Macron verrà a Belgrado. Vucic gli ha promesso  un grande benvenuto e ha detto che la Serbia non “fa errori” quando si tratta di segnare un’amicizia storica tra i due paesi, che si basa sul sangue versato insieme nella Prima guerra mondiale.

Nel testo firmato dal vice direttore del giornale Le Figaro, Jean-Christophe Buisson, si conclude che questa volta sarà la Francia a sentirsi umiliata.

Photo Credits:”Tanjug/AP/Francois Mori”

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2018&mm=11&dd=14&nav_category=78&nav_id=1469142&fbclid=IwAR1-sWMzfhsgAhTTpSV-tj0W-5MMPoMU6x_K39kVnJTDRDgo7m0CVAuyHNs

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top