Le Ferrovie russe arrivano sui nostri binari

In Serbia su molte linee ferroviarie non si va più veloci di 30 chilometri all’ora e ancora a fine 2013 si aspetta il loro rinnovamento, molte volte annunciato.

Per la modernizzazione delle ferrovie  sono stati firmati alcuni addendum del Contratto sulla ricostruzione tra la Serbia e la Russia. Il direttore delle ferrovie russe ha annunciato i lavori sulla ricostruzione delle ferrovie serbe per l’inizio del 2014. Questa operazione sara’ finanziata dal prestito russo di 800 milioni. Con questo denaro varranno modernizati intorno a 400 km delle ferrovie serbe  e comprati 26 nuovi treni.

“Durante l’ultima sessione della commisione intergovernativa la controparte serba ha presentato le ultime proposte di correzione del contratto e contiamo davvero che si possano risolvere tutte le questioni organizzative per cui all’inizio del 2014 possano iniziare i lavori” ha dichiarato a B92 il direttore dele ferrovie russe Vladimir Yakunin.

Ma non è la prima volta che viene annunciato l’inizio dei lavori. Lo scorso gennaio il ministro Dinkic annunciò che in primavera sarebbero iniziati i lavori per la seconda linea tra Belgrado e Pancevo. Il direttore delle ferrovie serbe Dragoljub Simonovic ha annunciato ad aprile  l’inizio dei lavori per giugno e poi a giugno per ottobre.

Nel report annuale delle Ferrovie russe i progetti in Serbia sono indicagti tra quelli più importanti all’estero. Tuttavia il blocco delle tariffe ferroviarie in Russia mette a rischio 60.000 posti di lavoro ma il Yakunin si è affrettato a dire che alcuni dei lavoratori potrebbero essere spostati a lavorare in Serbia.

(B92, 21.12.2013)

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top