Le elezioni non influiranno sui negoziati UE

L’appuntamento elettorale del 16 marzo non avrà alcuna ricaduta sui negoziati per l’accesso della Serbia nell’Unione Europea. In tal senso è una prova l’avvio dello studio del “Capitolo 3”, relativo alle qualifiche professionali e alla liberalizzazione dei servizi in Serbia. 

Lo ha affermato Tanja Miscevic, responsabile dei negoziati per la Serbia, la quale ha anche aggiunto “La prosecuzione del lavoro sul documento di intesa UE/Serbia è un passaggio importantissimo che non può essere interrotto dalle nuove elezioni. Inoltre il “Capitolo 3″, importante sotto il profilo tecnico, non è politicamente influente”.

Anche il segretario di Stato per il commercio e le telecomunicazioni, Tanja Matic, ha ricordato come l’importanza di questo capitolo risieda nella volontà di trovare un equilibrio tra qualifiche professionali europee e serbe. “Il fine ultimo di questo studio è riuscire a dare la possibilità ai cittadini serbi di vedere riconosciute le proprie qualifiche professionali in tutta Europa, senza difficoltà”

Il prossimo passo sarà lo studio del “Capitolo 12”, relativo alla sicurezza alimentare.

Tanja-Miscevic

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top