Le elezioni locali potrebbero svolgersi l’11 agosto?

Le nuove elezioni a Belgrado si terranno il 2 giugno, data richiesta da diversi partiti dell’opposizione per attuare le raccomandazioni dell’ODIHR, mentre le elezioni nella maggior parte delle città e dei comuni potrebbero svolgersi il 9 giugno.

Inoltre, si parla dell’11 agosto come possibile data per le elezioni locali. L’unico modo per non indire le elezioni è che il governo adotti una legge speciale, cioè una lex specialis, e rinvii il voto alla fine di settembre o più tardi in autunno.

Il Presidente serbo, Aleksandar Vučić, ha dichiarato in precedenza che avrebbe discusso le date delle elezioni con i vertici del suo partito, anche se una cosa è certa: le elezioni di Belgrado non potranno svolgersi contemporaneamente a quelle di Niš o Novi Sad. 

Il politologo Boban Stojanović afferma che è scaduto il termine per le dimissioni dei sindaci o dei presidenti di municipalità (il principale prerequisito per indire le elezioni locali). In teoria, se tutti avessero presentato le dimissioni il 22 marzo, le autorità locali avrebbero avuto un mese di tempo per formare una nuova maggioranza nei parlamenti locali e, se non ci fossero riusciti, si sarebbero tenute nuove elezioni entro i successivi 45 giorni. Poiché i sindaci e i presidenti comunali non si sono dimessi entro il 22 marzo, non sarebbe stato possibile indire nuove elezioni subito dopo.

Pertanto, la prima scadenza legale per le elezioni cittadine e municipali sarebbe stata il 5 giugno, ovvero un mercoledì, e la prima settimana per le elezioni il 9 giugno.

(Nova.rs, 22.03.2024)

https://nova.rs/vesti/politika/saznajemo-naprednjaci-razmatraju-11-avgust-kao-termin-za-lokalne-izbore-samo-na-jedan-nacin-sve-moze-da-se-pomeri-za-jesen/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top