Le donne in Serbia proprietarie di solo 1/4 degli immobili

Le donne in Serbia sono uniche proprietarie di solo il 25,6% del numero totale di immobili, secondo i dati dell’Autorità Geodetica statale (RGZ).

Inoltre, le donne sono comproprietarie del 12,8% degli immobili in cui è presente la comproprietà, di due o più persone sulla stessa proprietà, ha affermato la “SeConS Group”, che ha preparato con i dati ricevuti un rapporto indipendente sull’attuazione delle raccomandazioni prioritarie da parte Comitato “CEDAW” indirizzate alla Serbia.

Osservato per tipo di proprietà immobiliare, nel caso dei lotti di terreno, le donne in Serbia sono proprietarie esclusive del 24,2% dei lotti, proprietarie esclusive del 25,6% di tutti gli edifici e proprietarie esclusive del 42,6% delle parti speciali degli edifici.

Nel numero totale di lotti, lo 0,1% è in comproprietà e lo 0,7% del numero totale di edifici è in comproprietà.

Nel numero totale di edifici in cui vi è comproprietà, le donne appaiono come comproprietarie nel 12,3% degli appezzamenti, nel 15,8% degli edifici e nell’8,2% delle parti speciali degli edifici. Secondo i dati sulla base dell’acquisizione di beni immobili, di tutti i beni acquisiti per eredità, le donne possiedono il 40,4% di quella proprietà.

Nella proprietà totale acquisita come regalo le donne possiedono il 36,3%, e di tutte le proprietà acquisite tramite acquisto e vendita, le donne possiedono il 43,7%.

Sebbene le leggi serbe sulla proprietà e sull’eredità trattino le donne e gli uomini allo stesso modo, le norme patriarcali consuetudinarie, i modelli di eredità che ancora spesso avvantaggiano gli eredi maschi e la posizione economica generalmente più debole delle donne a causa della minore occupazione, fanno gli uomini essere dominanti come proprietari di immobili, soprattutto nelle zone rurali, afferma il comunicato.

I dati sono stati raccolti dal gruppo “SeConS” per l’iniziativa di sviluppo nell’ambito della preparazione del Rapporto indipendente della rete “SOS Vojvodina” sull’attuazione delle raccomandazioni prioritarie presentate alla Serbia dal Comitato “CEDAW”, per il periodo 2019-2021.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2021&mm=03&dd=08&nav_id=1823529

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top