Le banche serbe registrano un utile record

Le banche in Serbia hanno registrato un utile di 1,04 miliardi di euro al netto delle imposte nel 2023.

La Banca austriaca Raiffeisen ha registrato gli utili più alti, pari a 182 milioni di euro (più del doppio rispetto al 2022), dopo l’integrazione della Credit Agricole Serbia Bank. Banca Intesa ha registrato utili per 179,4 milioni (70 milioni in più rispetto al 2022), seguita da UniCredit con utili per 157 milioni (71,4 nel 2022).

L’ungherese OTP Bank ha registrato profitti per 142,8 milioni di euro e la NLB Komercijalna Bank ha riportato 128,4 milioni di euro di profitti al netto delle imposte, entrambe hanno guadagnato circa 50 milioni di euro in più rispetto al 2022. La più grande banca nazionale, AIK Banka, ha registrato profitti per 69,7 milioni di euro e Eurobank Direct ha registrato profitti per 14,7 milioni di euro.

Le entrate nette da interessi si sono attestate a 1,94 miliardi di euro nel 2023.

Banca Intesa aveva un patrimonio di 7,9 miliardi di euro e una quota di mercato del 15,6%. OTP ha un patrimonio di 7 miliardi di euro e una quota di mercato del 14%. AIK Bank ed Eurobank Direct avevano un patrimonio combinato di 6,6 miliardi di euro e una quota di mercato del 13,1%. Raiffeisen aveva 5,7 miliardi di euro e una quota di mercato dell’11,1%. UniCredit Bank aveva 5,4 miliardi di euro di attività e una quota di mercato del 10,7% e NLB Komercijalna aveva 5 miliardi e una quota di mercato del 9,9%.

Le banche citate controllano il 74,5% del mercato bancario. Al 31 dicembre 2023 le banche in Serbia avevano un capitale di 7 miliardi di euro. Alla fine del 2023 le banche commerciali registravano anche 9,6 miliardi di euro in conti presso la Banca Nazionale di Serbia (NBS).

(Danas, 01.04.2024)

https://www.danas.rs/vesti/ekonomija/rekordna-dobit-banke/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top