Le banche in Serbia intendono accorciare l’apertura degli sportelli fino alle 12?

Alcune banche in Serbia starebbero preparando un nuovo modello di business sul mercato interno, secondo il quale gli sportelli per il prelievo di denaro resterebbero aperti solo fino a mezzogiorno, scrive “Novosti”.

L’obiettivo è ridurre il numero di lavoratori nelle filiali. Gli esperti ritengono che questa sia in realtà solo una continuazione della tendenza già avviata di ridurre i dipendenti nel settore bancario. La notizia non ha ricevuto conferma ufficiale da parte delle banche anche se sono in preparazione progetti pilota per avere un contatto più breve con i clienti. Pagamenti e prelievi si possono ancora fare entro le 16 nella maggior parte delle filiali.

Dalla diffusione del coronavirus, i clienti sono stati sempre più indirizzati verso il contatto elettronico con banche e denaro, quindi prestiti e assicurazioni possono essere ritirati con pochi clic del mouse. La tendenza, iniziata prima della pandemia, ha solo accelerato la sua marcia.

Secondo la Banca Centrale, circa 6.000 persone in meno attualmente lavorano nelle banche in Serbia rispetto a un decennio fa. Mentre alla fine del 2011, 33 banche con 29.228 dipendenti operavano nel settore bancario della Serbia, alla fine dell’anno precedente il numero totale di banche era di 26, con 22.823 dipendenti. In questi dieci anni il numero di filiali è diminuito di oltre 700. Delle 2.383 parti organizzative del sistema bancario nel 2011, ne sono ora infatti rimaste 1.598.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2021&mm=03&dd=23&nav_id=1831544

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top