Le armi della ditta “GIM” di Branko Stefanovic custodite nel magazzino del Ministero degli Interni?

La deputata e vicepresidente SSP Marinika Tepic ha citato nuove prove che collegano il commercio di armi, la ditta “GIM”, il Ministro della polizia Nebojsa Stefanovic e suo padre.

Lo scandalo sul commercio di armi non si placa: nuove accuse e nuove fotografie sono state rese pubbliche dalla deputata Marinika Tepic. In particolare, la Tepic ha mostrato ai giornalisti delle foto che sostiene siano state recentemente fatte nel magazzino del Ministero degli Interni sotto la collina di Avala; le foto mostrano scatole e pallet pieni di armi, con adesivi e dichiarazioni appartenenti alla ditta “GIM”.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“Questo qui alla mia destra è un carico nel magazzino del Ministero degli Interni sotto Avala, cioè il magazzino del MUP, che ospita le armi della fabbrica “GIM”, una società privata per la quale lavora il padre del Ministro Nebojsa Stefanovic”, ha mostrato la Tepic.

Come sono finite le armi di una compagnia privata nel magazzino dello Stato chiede la stessa politica all’accusa e ai vertici statali? E alimenta nuovi dubbi: nelle scatole si vedono tubi lunghi e corti, il che fa pensare si tratti di armi che erano state precedentemente sequestrate dalla polizia.

“Quindi, il Ministero degli Interni prende delle armi che dovrebbe distruggere e le vende a prezzi stracciati alla ditta “GIM”, che di conseguenza le rivende ad altri utenti a un prezzo molto più alto”, sostiene la deputata.

Cosa dicono al Ministero degli Interni? La televisione N1, subito dopo la conferenza parlamentare della Tepic, ha inviato al Ministero per posta elettronica delle domande: avete mai immagazzinato scatole piene di armi a marchio “GIM” nel vostro magazzino? Se sì, perché? E ci sono prove dove sono finite le armi sequestrate dalla polizia negli ultimi cinque anni?

Dal Ministero finora nessuna risposta.

Il Presidente del partito “Nova Stranka”, Zoran Zivkovic, ha presentato ieri una denuncia penale alla Procura contro il Presidente Aleksandar Vucic, il Ministro degli interni Nebojsa Stefanovic, suo padre Branko e l’ex direttore della fabbrica “Krusik” Mladen Petkovic, per presunta associazione criminale e abuso d’ufficio in relazione al commercio di armi.

http://rs.n1info.com/Vesti/a541206/Tepic-Novi-dokazi-sanduci-GIM-puni-oruzja-u-skladistu-MUP-a.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top